Enrico Steidler
No Comments

Giletti? No: a ‘infangare’ Napoli ci pensa già Napoli

Nessuno nuoce a Napoli più di certi napoletani...

Giletti? No: a ‘infangare’ Napoli ci pensa già Napoli
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Chi è causa del suo mal pianga se stesso dice il proverbio, e la cosa vale in tutto il mondo tranne che a Napoli. Nel capoluogo campano, infatti, la colpa è sempre di qualcun altro: dello Stato, innanzitutto, e poi della Rai, del Guardian, delle statistiche fasulle, dei pregiudizi, dei luoghi comuni e così via piagnucolando. Come se non bastasse, anche il mal viene insabbiato come la causa, e chi si azzarda a metterlo in luce deve fare i conti con un intero popolo di indignados. Ne sa qualcosa Massimo Giletti, che durante la trasmissione “L’Arena” su Rai Uno di domenica scorsa si è lasciato andare a un’esternazione tanto vera quanto ‘napoletanamente scorretta’: “Napoli è indecorosa in alcuni punti ed è abbandonata. Se lei esce dalla stazione centrale trova solo immondizia in tutti i vicoli. I napoletani subiscono gli effetti di una politica molto scarsa”. Non l’avesse mai fatto.

SELFIE COLLETTIVO – Puntuale come un regolamento di conti, arriva la reazione del popolo di cui sopra, e il profilo Facebook del noto giornalista e conduttore televisivo viene invaso da migliaia di insulti irripetibili. Si tratta di un selfie collettivo, a ben vedere, nel quale spicca il pacato commento di Mario Coppeto, presidente della I Municipalità Vomero: “Giletti come c… ti permetti di dire che Napoli è una città indecorosa? Come ti permetti di far dire a Salvini – anche lui presente in studio durante la trasmissione incriminata, ndr. – che con la Lega si è mangiato i soldi del finanziamento pubblico ai partiti comprando diamanti, che Napoli è una città di camorra?”. Delirio nel delirio, il coordinatore campano del Sel Carlo Giordano annuncia un’interrogazione parlamentare e un presidio alla sede Rai.

Luigi de Magistris, sindaco di Napoli

Luigi de Magistris, sindaco di Napoli

SE QUESTO E’ UN SINDACO – Tale popolo (solo una parte, fortunatamente, sia chiaro), tale ‘sovrano’. Anzi, no: lui è decisamente peggio. “La coppia Giletti-Salvini prima di parlare di Napoli e dei napoletani si dovrebbe sciacquare la bocca perché la cultura di questa città è millenaria. C’è silenzio – aggiunge il primo cittadino partenopeo Luigi de Magistris – e questo vuol dire che i vertici Rai condividono le affermazioni di Giletti. La dialettica democratica è la critica anche dura, ma quando c’è un agguato premeditato, quando una trasmissione parla a milioni di italiani e lo fa in quel modo senza la possibilità di opporsi a una fotografia falsa, credo che questo non sia servizio pubblico, ma è essere a servizio di qualcuno”. Insomma, diciamolo: qui c’è un po’ di tutto – la mania di persecuzione, il vittimismo, l’offesa gratuita, lo sprezzo del ridicolo, ecc., ecc. – tranne che il senso di responsabilità. C’è un uomo, questo sì, ma del sindaco non vi è traccia. L’Oscar per la reazione più sgangherata, però, se lo guadagna senza dubbio il giornalista del Mattino Marco Esposito, che su Twitter cinguetta quel che segue: “Per Giletti Napoli è una città indecorosa. La Vigilanza (@Roberto_Fico) reagisca: ora o #Rai più”.

QUANDO CITTA’ FA RIMA CON PERMALOSITA’ – Vedi Napoli e poi… stai zitto, che è meglio. Ecco la ‘morale’ che proviene dalla terra della criminalità organ cultura millenaria, dei morti amm panorami sublimi, del degrado amb Vesuvio e dell’abbandono scolas Teatro San Carlo. Come? Non vi piace questa morale? Non condividete l’immagine più autentica della città? Allora vuol dire che siete in malafede, è ovvio, o che non siete mai stati a Napoli (o mai con le persone ‘giuste’), oppure – peggio ancora – che siete “a servizio di qualcuno”. Comunque sia, ci offendete. “Adoro Napoli – ha ribadito ieri Giletti parlando con Paolo Barbuto del Mattino – così come Palermo: le considero le mie due città del cuore. Ma proprio perché amo questa città non posso che essere addolorato di fronte allo scempio quotidiano. Non è nascondendo i guai che questi si risolvono, non condivido la linea di chi si offende quando gli vengono mostrati i problemi reali”.

E già, Giletti ha ragione, ma più che di una linea qui si tratta di una vera e propria forma-mentis. Millenaria, purtroppo, e i risultati si vedono.

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *