Roberto Cusimano
No Comments

Il Pagellone del calciomercato di A due mesi dopo

Tra scommesse riuscite e grandi colpi rivelatisi un fallimento ecco qui i nomi dei promossi e bocciati dopo undici giornate di campionato

Il Pagellone del calciomercato di A due mesi dopo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

A due mesi dall’inizio del campionato ci sembra opportuno fare un primo bilancio dell’impatto che hanno avuto i nuovi acquisti dell’ultima sessione di calciomercato nelle varie squadre di Serie A. Alcuni calciatori stanno confermando le aspettative regalando assist, gol e spettacolo ai loro nuovi tifosi, altri invece non sono riusciti finora ad incidere suscitando l’ira non solo dei loro allenatori ma anche dei fantallenatori di tutta Italia che avevano puntato su di loro. Abbiamo avuto grandi rivelazioni ma nello stesso tempo enormi pacchi, ottime conferme e incredibili delusioni, tutto questo sia da calciatori passati da una squadra italiana all’altra sia da un club straniero ad uno del nostro campionato. Insomma finora la Serie A non si è fatta mancare niente tanto che scegliere solo dieci calciatori può risultare riduttivo però ci abbiamo provato tenendo soprattutto in considerazione il loro essere decisivo e determinante per il club dove giocano. E voi, come la pensate?

Voto 0 DESTRO – A nostro modo di vedere la più grande delusione è finora rappresentata dall’attaccante del Bologna che solo oggi (dopo undici gare) si è sbloccato in campionato. Pesano però le diverse occasioni fallite nelle scorse giornate, non ultima quella clamorosa di martedì scorso contro l’Inter quando a tu per tu con Handanovic gli ha tirato il pallone addosso fallendo la rete del pareggio. Potenzialmente è un attaccante da doppia cifra ma con questa media difficilmente ci arriverà e il Bologna avrebbe un bisogno pazzesco delle sue reti. Magari si riprende ma finora è stato penoso.

Voto 1 PAZZINI – Passiamo da un attaccante all’altro e ci trasferiamo a Verona dove un altro ex attaccante del Milan, Giampaolo Pazzini, non se la passa tanto bene. Si era tanto parlato del fatto che non potesse convivere (in campo) con Toni quindi ad inizio stagione ha spesso cominciato dalla panchina ma nel momento in cui l’attaccante modenese si è infortunato ed è toccato a lui prendere per mano l’attacco scaligero ecco crollare le certezze. Il Verona è nei bassifondi della classifica ed ha il peggior attacco, parte delle responsabilità sono pure sue.

Voto 2 KONDOGBIA – L’acquisto più costoso dell’Inter è stato finora un fallimento, non perché il francese stia facendo malissimo ma perché ci si aspettava molto di più vista la cifra spesa ed invece le sue prestazioni raccontano di un giocatore spesso insufficiente ed incapace di fare la differenza nelle partite che contano. Fortuna vuole che quest’anno la “macchina Inter” funziona bene sia grazie all’ottimo muro difensivo sia per i vari Brozovic, Medel, Guarin che a turno riescono a essere decisivi.

Voto 3 MANDZUKIC Altro centravanti arrivato in Italia con tante aspettative è il croato della Juventus Mandzukic. Tra tutti gli acquisti bianconeri se non è il peggiore (quanto a rendimento) poco ci manca. Ha fatto due reti, fondamentale quella all’Etihad non c’è dubbio, ma l’impressione che dà quando lo si vede in campo è di un calciatore lento che non aspetta altro che gli arrivi la palla e se riesce (perché non sempre riesce) calcia in porta. Forse era meglio tenere Llorente e risparmiare quei 18 milioni, ma pazienza.

Voto 4 BERTOLACCI – Il centrocampista cresciuto nel settore giovanile della Roma era arrivato a Milano, anche lui, con tante aspettative ma finora quel Bertolacci straripante ammirato l’anno scorso col Genoa non si è visto affatto. Ecco dunque che viene automatico porsi la domanda: è un giocatore che vale 20 milioni? La risposta è no. Ci auguriamo che possa smentirci però in questo Milan così mediocre lui si è quasi adattato offrendo prestazioni al di sotto del suo tasso tecnico ed è un peccato.

Voto 5 MOUNIER – Il ragazzo classe ’87 proveniente dal Montpellier è una delle più piacevoli rivelazioni di questa prima parte di campionato. Suo malgrado gioca nel Bologna cioè in una squadra che quest’anno lotterà per non retrocedere e le sue giocate spesso non vengono valorizzate dai compagni. E’ un centrocampista offensivo con buone doti tecniche, ha già segnato qualche rete (tra cui alla Juve) ed è quasi ogni gara tra i migliori della sua squadra.

Voto 6 MILINKOVIC-SAVIC – Lotito quest’anno è andato al “risparmio” non intervendo tantissimo nel mercato, ha comprato tre-quattro elementi per rinforzare la rosa ma tra questi ne ha scovato uno in Belgio davvero in gamba. Parliamo del giovanissimo centrocampista serbo Milinkovic-Savic, scelta che si è rivelata azzeccata. Nelle ultime gare è stato impiegato più spesso da Pioli e le sue enormi qualità stanno venendo fuori, siamo convintissimi che da qui alla fine del campionato il suo valore aumenterà in maniera considerevole.

Voto 7 ALLAN Il Napoli sta facendo una grande stagione, è merito di Sarri, è merito del tridente offensivo ma è anche merito di un grande acquisto fatto da De Laurentiis, stiamo parlando del brasiliano ex Udinese Allan. Il giocatore si è inserito abbastanza subito negli schemi dell’allenatore e inseme a Jorginho e Hamsik forma un trio davvero formidabile. Abile nei contrasti, nel fare assist e perfino nel segnare, Allan rappresenta oggi un elemento imprescindibile per il tecnico napoletano. Bravo il Napoli ad aver creduto nelle sue potenzialità.

Voto 8 BACCA – Per un Milan che, come detto prima, ha iniziato la stagione in maniera mediocre, c’è comunque qualcuno che ha rispettato pienamente le aspettative confermando di essere un gran goleador e di saper risolvere anche da solo certi match: il suo nome è Carlos Bacca. Il colombiano è la vera spina del fianco per tutte le difese avversarie, ha avuto qualche acciacco ed è stato meno determinante di quanto ci aspettassimo tuttavia se il Milan ha quei punti in classifica molto merito è suo.

Voto 9 KALINIC Chi lo avrebbe mai detto che l’ex attaccante del Dnipro una volta arrivato in Italia avrebbe fatto così bene? Probabilmente nessuno. La Fiorentina ci ha creduto e adesso gongola. Il croato ha già segnato sei reti in campionato ma soprattutto ha dimostrato di essere un grande attaccante. La tripletta a “San Siro” contro l’Inter rimarrà tra le pagine più belle del suo album dei ricordi, ma con il suo istinto da killer d’area di rigore il croato vuole ancora migliorarsi con l’obiettivo di portare la Viola più in alto possibile.

Voto 10 SALAH – Uno dei tormentoni dell’estate è stato l’acquisto da parte della Roma di Mohamed Salah, lasciatosi non proprio bene con la Fiorentina e poi scaricato dal Chelsea di Mourinho. Tra i vari acquisti operati dai giallorossi quello del talento egiziano si sta dimostrando il migliore in assoluto, anche più di Dzeko. Salah si è ormai perfettamente ambientato nel calcio italiano e partita dopo partita non ha mai fatto mancare il suo contributo alla squadra di Garcia in termini di gol e assist.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *