Raul Parrella
No Comments

BUZZ I 3 motivi per cui Allan è il centrocampista più forte della Serie A

Allan si sta dimostrando il miglior centrocampista della Serie grazie soprattutto a queste tre motivazioni

BUZZ I 3 motivi per cui Allan è il centrocampista più forte della Serie A
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Napoli di quest’anno non è certamente una rivelazione, ma più che altro era una scommessa, per adesso vincente da parte della società di affidare la squadra ad un allenatore novizio alle grandi sfide come Sarri. Higuain ed Insigne non sono una sorpresa, visto che la qualità di entrambi è ben conosciuta a tutti, invece la qualità e la quantità che sta dimostrando Allan è di livelli altissimi e continuando così si potrà candidare, anche senza premio, ad essere il centrocampista più forte della Serie A.

LA QUANTITA’ – Il numero di palloni che recupera il brasiliano è incredibile, corre da una parte all’altra del campo senza sosta, trovandosi nel posto giusto al momento giusto in qualsiasi posizione e sembra quasi non essere mai stanco, lo dimostrano anche il numero di partite titolari giocate da Allan di seguito e la sostanza che ha regalato alla sua squadra senza mai trattenersi.

Allan, con la maglia del Napoli

Allan, con la maglia del Napoli

LA QUALITA’ E I GOL – E’ prettamente un centrocampista fisico e adibito al recupero palloni ma ogni tanto, sangue brasiliano non mente, prova qualche doppio passo e qualche incursione micidiale, che arricchisce ancor di più il suo apporto alla squadra, facendolo diventare ancor più fondamentale al gioco azzurro. Per di più sta iniziando anche a segnare con regolarità, gol che ci si aspetterebbero da Hamsik ma che lui sta trovando grazie alla poca considerazione delle difese avversarie, che gli lasciano sempre lo spazio necessario per andare in porta.

L’UMILTA’ – A differenza di tanti altri calciatori, soprattutto nel suo ruolo, che dopo qualche bella giocata iniziano a vantarsi e a decantare la loro forza, Allan è sempre rimasto umile e concentrato sul lavoro, per migliorarsi e diventare a tutti gli effetti il centrocampista più forte della nostra Serie A, col mistero ancora intatto del perchè il buon vecchio Dunga si ostini a non convocarlo con il Brasile.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *