Pietro Cartolano
No Comments

Mihajlovic farà la misera fine di Max Allegri?

Alla vigilia di Milan-Sassuolo tornano in mente i fantasmi di quel lontano inizio 2014 in cui Allegri ci lasciò le penne. Sarà così anche per Mihajlovic?

Mihajlovic farà la misera fine di Max Allegri?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Mihajlovic, come tutti i milanisti, quando arriva Milan-Sassuolo sente una gelida brezza percorrergli la schiena. Quando un rossonero qualsiasi sente il nome di Berardi, le palpitazioni aumentano e il ricordo si ripercuote nella mente. Fare 7 gol al Milan in tanti anni di carriera non è semplice, figuriamoci farli in un paio di stagioni, o meglio in 2 partite. Nessuno sa ancora con precisione se stiamo parlando di un fenomeno che all’età di 21 anni, in sole 3 stagioni, ha già segnato quasi 50 gol in una squadra modesta come il Sassuolo. Nessuno sa se Berardi sarà per davvero il Del Piero mancino, perché a parole sono stati bruciati un sacco di giovani. Eppure ogni volta che parliamo di questo ragazzo, parliamo di un giocatore che è riuscito a far cacciare Allegri e a far sfigurare un portiere come D. Lopez. È lecito, quindi, chiedersi perché la Juve abbia puntato su Zaza e Dybala e non su di lui e perché sia ancora in una piazza troppo piccola per la sua qualità. Alla vigilia di Milan-Sassuolo, Mihajlovic si starà chiedendo come arginarlo e Di Francesco come far si che rispetti la tradizione. Apriamo e chiudiamo una breve parentesi: Di Francesco possiamo considerarlo il Berardi degli allenatori, troppo sottovalutato! Comunque, proseguiamo senza aprire particolari discussioni e andiamo a vedere come arrivano Milan e Sassuolo al match di San Siro.

Milan, le scelte di Mihajlovic

Il Milan tra i vari acciacchi societari, gestionali e pratici delle ultime partite si presenterà a San Siro di fronte ad un pubblico probabilmente in protesta. Il modulo sarà ancora il 4-3-3, forse diventerà il cavallo di battaglia di Mihajlovic. Tra i pali nasce il primo dubbio: D. Lopez sarà confermato? Si parla già di rottura con Mihajlovic e di un possibile ingresso di Donnarumma. In difesa dovrebbe essere essere confermata la coppia Alex-Romagnoli e sugli esterni De Sciglio sostituirà Abate. A metà campo recupera Bertolacci che partirtà dalla panchina, possibile sorpresa Poli dal primo minuto. Lì davanti recupera Bacca che però lascia il posto a Luiz Adriano, possibile sorpresa Honda titolare. Balotelli, Menez e Niang ancora indisponibili.

PROBABILE FORMAZIONE MILAN: (4-3-3) D. Lopez; De Sciglio, Alex, Romagnoli, Antonelli; Poli, Montolivo, Kucka; Honda, L. Adriano, Bonaventura.

Sassuolo, le scelte di Di Francesco

La squadra di Di Francesco arriva carica al match di San Siro dopo la vittoria (discussa) contro la Lazio, sperando nella conferma degli ultimi risultati positivi contro il Diavolo. In porta e in difesa tutto confermato. Torna Duncan a metà campo e si giocherà una maglia titolare fino all’ultimo. In avanti l’escluso d’eccellenza sarà Sansone: confermati Berardi, Floro Flores e Defrel.

PROBABILE FORMAZIONE SASSUOLO: (4-3-3)  Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Biondini; Berardi, Floro Flores, Defrel.

Mihajlovic tra la gara di domani e quella contro il Chievo si gioca il suo futuro. Se farà la fine di Allegri, l nome di SuperPippo Inzaghi tornerà di prepotenza tra le mura di Milanello. Il Milan a Mihajlovic o ai milanisti?

@PietroCartolano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *