Davide Luciani
No Comments

I 10 difensori centrali più scarsi degli ultimi vent’anni

Da Marco Rossi a Mexes, ecco i dieci difensori più scarsi degli ultimi vent'anni secondo Sportcafe.com

I 10 difensori centrali più scarsi degli ultimi vent’anni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Di bidoni in serie A, da vent’anni a questa parte, ne sono passati molti, ma qualcuno più di altri, ha lasciato (e lascia tutt’ora) un segno indelebile, in negativo nella storia del campionato italiano. Ecco, secondo sportcafe.com, i dieci difensori centrali più scarsi arrivati dal 1995 ad oggi. Da notare che la graduatoria tiene conto del rapporto qualità/prezzo.

10) ROSSI MARCO
Rossi, attuale difensore del Perugia, è stato un “idolo al contrario” degli ultimi anni. Ad ogni partita giocata commetteva qualche errore. Qualcuno potrebbe obiettare che, i suoi errori erano voluti (essendo stato implicato nel calcioscommesse), ma, chi lo vede giocare ancora oggi può stare tranquillo: è proprio un difensore scarso.

9) KNEZEVIC
Nel 2008/2009 la Juve lo prende dal Livorno, dopo trentacinque presenze in serie A in cui non è che avesse brillato. Tre presenze e subito rispedito in Toscana. Difensore capace di dormire per tutti i novanta minuti di gioco, senza mai patire il disturbo del pubblico e degli avversari.

8) DIAMOUTENE
Il fatto che Diamoutene sia finito a giocare anche nella Roma la dice lunga sulla pochezza dei nostri dirigenti. Tra Lecce e Bari, le sue “pennichelle” hanno fatto storia. La sua unica dote era la velocità. Per il resto, dal controllo palla, alla lettura dell’azione, era tutto un optional. Difensore fallito.

7) TROTTA
Arrivato a Roma per espressa raccomandazione di Bianchi nel 1996, gioca sei gare, quelle che servono per capire che si tratta di una “pippa” di proporzioni colossali. In Argentina vanta un record che la dice lunga sulla sua bravura: record assoluto di espulsioni nella Primera Division (17). Un colpaccio.

 6) PRUNIER
L’ex difensore del Napoli 1997/98 vanta anche un lei un record  “memorabile”: viene infatti ricordato come uno dei peggiori acquisti sia in serie A che in Premier League (dove giocò nel Manchester United!). Prunier, “forte e statico come una quercia”  giocò appena tre gare in A, ma la sua pochezza ha fatto storia.

5) JUAN JESUS
Juan Jesus ha  tempo per scalare le gerarchie e arrivare in testa perchè le doti non le ha. Attualmente vene dirottato sulla fascia mancina dove Mancini spera possa far meno danni, ma, puntualmente, il brasiliano lo smentisce. Giocatore di una pochezza tecnico-tattica imbarazzante. Difensore raccomandato.

4) WEST
L’uomo dalle treccine colorate e degli svarioni colossali. Divide le sue “bravate” tra Inter e Milan (anche se in rossonero gioca solo quattro gare…). I suoi comportamenti eccentrici fuori dal campo ne hanno oscurato la pochezza calcistica, ma rimane uno dei più scarsi della storia della serie A. Difensore idolo.

3) CIANI
Tre anni di Lazio sono bastati e avanzati. Ciani ne ha combinate di tutti i colori mettendosi alle spalle molti “grandi”. Goffo e “dormiente”, gli avversari sono andati a nozze quando c’era lui in campo. Probabilmente avrà avuto tante sufficienze quanto le dita di una mano. Difensore Tyson.

Burdisso, si piazza secondo nella nostra flop 10

Burdisso, si piazza secondo nella nostra flop 10

2) BURDISSO
Altro giocatore inguardabile. “Sciagura” Burdisso a tutt’oggi non azzecca un intervento neanche per sbaglio. Il periodo tra Inter e Roma, rimane, comunque, il peggiore. Giocatore a cui è sconosciuto il senso dell’anticipo, o fa fallo, o si fa superare. Com’è possibile che giochi ancora in serie A? Difensore del mistero.

1) MEXES
“Disastro” Mexes stravince la nostra graduatoria. Arrivato alla Roma (ancora!!!) con le stimmate del futuro campione, tra il periodo giallorosso e quello al Milan ha combinato cappellate su cappellate, al punto da finire sbeffeggiato dai suoi stessi tifosi. Il suo rinnovo è uno dei misteri del calcio. Difensore bomber per antomasia.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *