Pietro Cartolano
No Comments

Mr. Bee-Milan e Thohir-Inter, quante differenze!

A Milano l'ondata asiatica ha colpito tutti i settori, anche quello calcistico. Tanto che assistiamo a due grandi trattative: Mr. Bee-Milan e Thohir-Inter.

Mr. Bee-Milan e Thohir-Inter, quante differenze!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La vecchia Milano non esiste più. La cordiale intesa Berlusconi-Milan e Moratti-Inter si trasformerà in Mr. Bee-Milan e Thohir-Inter, ahinoi. Milano è asiatica non solo per la quantità abnorme di asiatici che la popolano, ma soprattutto per la coppia Mr.bee-Thohir. Da una parte la trattativa Thohir-Inter ha avuto già un importante sviluppo che si è basato sulla cessione del 70% delle azioni societarie da parte della famiglia Moratti a Erik Thohir per una somma di 250 milioni di euro circa. In più, l’indonesiano, si è assorbito i debiti societari della squadra. Al suo arrivo, datato 15 Novembre 2013, i tifosi speravano in una nuova era calcistica che avrebbe portato almeno i successi di un tempo. Ad oggi, il debito ammonta ancora a 73 milioni e la classifica dei neroazzurri nella passata stagione non è migliorata. Dall’altra sponda i risultati calcistici non vanno tanto meglio, anzi vanno come sempre a rilento. La situazione societaria del Milan è particolare, ma la trattativa Mr. Bee-Milan si chiuderà con la cessione del 48% delle azioni al Thailandese Mr. Bee Taechaubol per 480 milioni di euro, in confronto all’Inter, il Diavolo vale molto di più.

Andiamo, quindi, a vedere le novità nelle trattative Mr. Bee-Milan e Thohir-Inter.

Moratti e Berlusconi, direttori delle trattative Mr. Bee-Milan e Thohir-Inter

Moratti e Berlusconi, direttori delle trattative Mr. Bee-Milan e Thohir-Inter

Milan

Per il Milan, la grande novità (che circola già da un po’ di tempo, ma noi vogliamo spiegarvi meglio) è l’ingresso della società di Via Aldo Rossi nella borsa di Hong Kong. Cosa ne deriverebbe? Entrambe le parti dovrebbero mettere un pacchetto di azioni pari al 12,5% nella borsa asiatica. I più maliziosi pensano ad un’acquisizione totale del 12,5% di Berlusconi da parte di Mr. Bee cosicché diventi l’azionista di maggioranza, oppure che il Thailandese provi l’affare vendendo il Milan appena le quotazioni saliranno (e solitamente all’ingresso in borsa le quotazioni schizzano verso l’alto). Forse Berlusconi potrebbe ricevere il benservito: Ma si sa, il Milan non può fare a meno di lui: il suo carisma è unico.

Inter

Per l’Inter, la grande novità di quest’ultimo periodo è la possibile cessione di Moratti di gran parte del restante 30% di sua appartenenza a Thohir. Tutto ciò perché? Il Presidente (la P maiuscola non è a caso), di certo non si vuole allontanare dall’ambiente e non lo farà anche se non sarà più azionista, forse vuole solamente ricavare dal punto di vista economico il più possibile visto che la sua importanza all’interno della società è caduta ai minimi storici. Ma si sa, l’Inter non può fare a meno di lui: il suo carisma è unico.

Conclusioni

Ora come ora non vediamo questi grandi affari ne da una parte ne dall’altra. Servirebbero investimenti in stile Manchester City o P$G. Chissà se mai arriveranno. Intanto, noi vorremmo vedere la coppia Berlusconi-Moratti all’infinito.

Al termine delle trattative Mr. Bee-Milan e Thohir-Inter, alla Madonnina verranno gli occhi a mandorla?

@PietroCartolano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *