Davide Luciani

Record di gol: le sette partite più pazze

Australia specialista in goleade, ma c'è anche la partita con record di autogol e un giocatore cipriota che ne mette a segno 16 in una gara

Record di gol: le sette partite più pazze
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’arbitro che sospende, nel campionato dei Giovanissimi provinciali di Bologna, il match tra Ponte Ronca e Persiceto 85 sul punteggio di 31-0 ha portato alla mente le più grandi batoste della storia del calcio. Sportcafè ne ha selezionate sette. Eccole.

Record stabilito nel campionato malgascio il 31 ottobre 2002 e difficilmente battibile. Gli ospiti, infatti, per protestare a riguardo di una controversa decisione arbitrale presa nell’incontro precedente (calcio di rigore dubbio che era loro costato il titolo proprio a vantaggio dell’Adema), non fecero altro che tirare palloni nella propria porta per tutti i 90 minuti di gioco.

2) ABROAD-BON ACCORD DI ABERDEEN 36-0
Coppa di Scozia, 12 settembre 1885. I padroni di casa disintegrano gli ospiti. In realtà i gol furono 41, ma cinque di questi furono annullati. Un record talmente straordinario che resiste da 130 anni per quel che riguarda le gare “regolari”.

I RECORD AUSTRALIANI

3) AUSTRALIA- SAMOA AMERICANE 31-0
Gara datata 11 aprile 2001 che detiene il più grande scarto di gol tra due squadre rappresentative nazionali. In quella gara gli ospiti furono costretti a schierare un solo giocatore dei 20 titolari, mentre gli altri erano tutti giovanissimi (uno aveva addirittura 15 anni). La disfatta fu inevitabile, con 13 reti di Archie Thompson (record da Guiness dei Primati)

Record: John Aloisi, seri gol in Australia-Tonga

Record: John Aloisi, sei gol in Australia-Tonga

4) AUSTRALIA-TONGA 22-0
Due giorni prima della carneficina alle Samoa, i Socceroos avevano disintegrato Tonga con un altro punteggio record. Protagonista del match, John Aloisi ex meteora della Cremonese, che, nell’occasione, mise a segno sei reti.

5) OLYMPOS XYLOFAGOU-SEK 24-3
7 maggio 2007, campionato cipriota di terza divisione. Il calciatore Panagiotis Pontikos segna 16 gol dei 24 gol complessivi dei suoi. Quella di Pontikos è la performance migliore di un giocatore in una singola gara.

6) ACQUI-GENOA 0-16
4 ottobre 1914, gara eliminatoria girone A, prima giornata. I rossoblù poi diventeranno campioni d’Italia. La gara fu condizionata dal fatto che l’Acqui giocò in 9 non avendo potuto schierare, per ragioni burocratiche, i due terzini titolari e non avendo nessun altro per sostituirli.

 7) KR REYKJAVIK-FEYENOORD 2-12
La partita con il maggior numero di gol della storia della Champions League. Gara data 17 settembre 1969 . Ruud Geels fu il mattatore della gara con un poker, seguito dalla tripletta di Ove Kindvall. Un’autentica disfatta per i finlandesi, per di più, a domicilio.

 

Share Button