Cristy Marinari
No Comments

Cissé come Corona: galeotto fu il video hard

Sesso, soldi e videotape: un intrigo a tinte noir. Djibril Cissé ,emulo di Fabrizio Corona, in stato di fermo per una tentata estorsione a luci rosse.

Cissé come Corona: galeotto fu il video hard
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Quando una squadra non c’è, i calciatori ballano! Ballano non come allegri e sbronzi topolini che festeggiano l’assenza del gatto loro carnefice, ma lo fanno con veri e propri intrighi che hanno le tinte nostalgiche di un vecchio film noir. Risse, incidenti e ricatti: ma il fascino delle questure è così forte? Nessuno al mondo è perfetto e figuriamoci i calciatori, inebriati dalla fama e dalla bella vita, ma pur godendo di un notevole conto in banca, sembra proprio che i soldi non gli bastino mai! Che cosa colere più dalla vita se non la fama? Sicuramente non un amaro Lucano, questo è appurato. Grandi gesta in campo sì, ma anche riflettori non lusinghieri, quando la carriera arriva al capolinea, molti ex del rettangolo verde, continuano ad attirare l’attenzione su di loro:

IL FATTACCIO- Sotto le luci della ribalta poco onorevoli e degne di nota, stavolta c’è finito l’ex laziale, definito da molti la grande bufala che rifilarono a Lotito, Djibril Cissé. L’ivoriano pare sia finito in uno strano intrigo a luci rosse e pare abbia voluto emulare il noto paparazzo, che di estorsioni a luci rosse se ne intende, Fabrizio Corona. La vittima del ricatto è Mathieu Valbuena, centrocampista dell’ Olympique Lione. Il motivo della richiesta di denaro ai danni del giocatore, pare sia un video hard di una notte folle tra lui e la moglie. Djibril Cissé è in stato di fermo con altre tre persone perché ha avuto la brillante idea di trasformarsi da ex calciatore in paparazzo. Eh, quando non si hanno le palle tra i piedi, si fanno girare ad altri!

Cissé da ex calciatore ad emulo di Fabrizio Corona

Cissé da ex calciatore ad emulo di Fabrizio Corona

BUONA FEDE?- Pare che Djibril Cissé, come difesa abbia detto di essere in buona fede. Ora, ogni cosa è soggettiva e va bene, ma il “Valbuena Gate” con tanto di tentativo di estorsione, di buona fede ne ha davvero poca. Sì, ogni cosa è soggetta a varie interpretazioni ed a mille sfumature: lui non ci vede cattiveria, gli altri ce la vedono! Che il povero Djibril abbia visto un porno amatoriale e poi si sia lamentato coi protagonisti chiedendo indietro i soldi del noleggio? Tutto può essere in questo mondo così vario ed avariato.

QUASI QUASI SCAGIONATO!- Vi verrà da rifletterci sopra un bel po’, ma pare che la buona fede dell’angelico Djibril Cissé stia funzionando. I rumors francesi che si rincorrono con tanto di erre moscia, hanno vociferato sul fatto che l’ivoriano ha molte possibilità di essere scagionato. Le motivazioni reali di ciò non sono ancora chiare ed una fonte ufficiale non ha confermato niente, ma nel caso raccomandiamo all’ex giocatore più film della Disney e di smetterla coi porno amatoriali. Ricorda caro Djibril: sempre male non può andare, sempre bene nemmeno!

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *