Francesco Scafidi
No Comments

Morata, resta a Torino: la tua patria è qui

Morata a cavallo fra Juve e Real: quale sarà la sua prossima squadra?

Morata, resta a Torino: la tua patria è qui
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

In Spagna insistono, il Real Madrid vuole e può riportare subito a casa Alvaro Morata. Tra numerosi scout madridisti appostati sugli spalti dello Juventus Stadium e le voci provenienti dalla Spagna, è innegabile ammettere che il club madridista voglia portare a casa il canterano: si studiano le clausole che permetterebbero a Florentino Perez di “bypassare” la Juve. Ma il futuro di Morata è invece saldamente nelle mani dei campioni d’Italia almeno fino a tutta la prossima stagione. La famosa “Clausola recompra” da 30 milioni (la Juve ne ha spesi 22 per assicurarsi il ragazzo) vale infatti solo dal giugno 2016. Insomma per portarselo a Madrid prima di quest’estate i blancos devono trattare direttamente con Marotta, e probabilmente non gli basterebbero 45-50 milioni di euro per convincere l’a.d. bianconero a cedere. Anzi, i bianconeri non hanno proprio intenzione di trattare col Real, a meno che non sia l’attaccante in prima persona a chiedere di andare via, e segnali in questo senso non sono arrivati.

O forse non c’è comunque una chiarezza di idea fra le parti. Marotta cerca di eliminare a tutti i costi la clausola di recompra (si disse disponibile ad alzare a 24 milioni in cambio della disponibilità del Real a spostare i termini del controriscatto a date successive a giugno 2016), ed inoltre vorrebbe aumentare lo stipendio del calciatore per dimostrargli quanto sia al centro del progetto Juve. Dall’altro canto Florentino Perez in persona starebbe spingendo per  il ritorno immediato di Morata, con la “camiceta nombre nueve” ad attenderlo (vista la possibile partenza di Benzema). L’ipotesi ritorno a casa sicuramente stuzzica il ragazzo, visto il suo legame con quella maglia, anche se a più riprese ha ripetuto che l’unica sua a casa è a Torino.

Il fuoco del discorso al momento è questo: tutto dipende dalla volontà del ragazzo, perché la parola del giocatore è quella che vincola tutta quest’operazione. Però Morata dal canto suo dovrebbe scegliere nella massima serenità, ma questa è decisamente una svolta importante per la sua carriera: ritornare da Grande nella squadra che l’ha bistrattato oppure sposare la causa di chi l’ha reso grande? Lo scopriremo nelle prossime puntate.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *