Redazione

Olimpiadi Londra 2012: Occhiuzzi d’argento, Montano delude

Olimpiadi Londra 2012: Occhiuzzi d’argento, Montano delude
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

LONDRA, 30 LUGLIO – Una delle due medaglie ottenute dalla spedizione azzurra nella giornata di ieri è stata conquistata da Diego Occhiuzzi che ha vinto l’argento nella prova individuale della sciabola. Il secondo posto dello schermidore azzurro è stato senza dubbio una sorpresa dal momento che era forse l’atleta meno quotato rispetto ai suoi compagni d’avventura , Luigi Tarantino e Aldo Montano, che venivano accreditati di maggiori possibilità per un piazzamento di prestigio.

LA GARA DI DIEGO OCCHIUZZI – La gara del napoletano è stata un crescendo continuo che l’ha portato a prevalere su tutti gli avversari tranne il magiaro Aron Szilagyi che l’ha sconfitto nella finale per l’oro. Al primo turno l’atleta azzurro ha prevalso sul cinese Liu per 15 – 9 mentre negli ottavi di finale ha vinto il derby azzurro contro Aldo Montano con il punteggio di 15 – 13, riuscendo a respingere il tentativo di rimonta del compagno di Nazionale dopo essere stato in vantaggio in maniera netta e convincente. Dopo l’affermazione nei quarti contro lo statunitense Tim Morehouse per 15 – 9 Occhiuzzi ha compiuto il suo capolavoro in semifinale quando ha dominato il rumeno Rares Dumitrescu per 15 – 11. La sconfitta in finale non ha messo comunque in dubbio la grande impresa dello sciabolatore azzurro che ha ottenuto, a 31 anni compiuti, il primo grande risultato a livello individuale della sua carriera. L’argento di Londra potrà consentire ad Occhiuzzi di consolidarsi come punto di riferimento della sciabola italiana uscendo dal cono d’ombra di due mostri sacri come Tarantino e Montano che in questi ultimi anni, con i loro successi, avevano messo in secondo piano il talento del nuovo vice campione olimpico in carica.

LA DELUSIONE DI ALDO MONTANO E LUIGI TARANTINO – Ci si aspettava decisamente di più da Aldo Montano, campione olimpico nella stessa specialità ai giochi di Atene del 2004. Lo schermidore livornese, dopo aver passato agevolmente il primo turno contro il bielorusso Pryiemka, ha perso il confronto con Occhiuzzi in un match caratterizzato da un’ottima partenza del napoletano a cui ha fatto seguito un tardivo tentativo di rimonta del toscano. Un’ennesima delusione olimpica, dopo quella di 4 anni fa in cui venne eliminato negli ottavi dallo spagnolo Jorge Pina, che conferma una fase poco brillante della carriera di Montano. Infatti negli ultimi anni lo schermidore azzurro ha ottenuto, a livello individuale, un solo risultato di grande prestigio più precisamente l’oro ai mondiali di Catania del 2011, troppo poco per un talento come lui che dopo l’oro di Atene sembrava destinato ad una carriera decisamente più ricca di affermazioni.

E’ terminata subito l’avventura di Luigi Tarantino, sconfitto al primo turno per 15 – 14 dal tedesco Hartung a causa di un cartellino rosso subito sul 14 pari per una partenza anticipata sull’ “a voi” dell’arbitro. Lo sciabolatore napoletano, alla soglia dei quarant’anni, ha dichiarato che questa olimpiade sarà l’ultimo impegno agonistico della sua lunga carriera che si spera termini in bellezza con la prova a squadre prevista per il prossimo 3 Agosto.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *