Pietro Cartolano
No Comments

La guida completa alla settimana del Milan: Boateng, Emanuelson, Braida, Mr. Bee

I casi Boateng, Emanuelson, Braida e l'operazione Mr. Bee. Gli sviluppi dei vari avvenimenti della settimana rossonera.

La guida completa alla settimana del Milan: Boateng, Emanuelson, Braida, Mr. Bee
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

In una settimana delicatissima per il futuro del Milan in campionato, vista la sfida contro il Napoli di domenica sera alle 20.45 (da seguire in diretta su RadioSportCafe24), l’attenzione dell’ambiente, incredibilmente, si sposta sul suo futuro. All’improvviso rispuntano i nomi di Boateng, Emanuelson, Ariedo Braida e Mr. Bee: il vecchio e il nuovo. Ma come mai tutte queste news? Nell’aria di Milanello, sicuramente, sta cambiando qualcosa. Andiamo ad analizzare come e quando potrà cambiare questo Milan.

BOATENG ED EMANUELSON– Sì, parliamo proprio di lui: Kevin Prince. Uno dei due numeri 10 del dopo-Seedorf che, come Honda, ha deluso. E come mai riappare il suo nome? È in rottura con lo Schalke 04, con cui ha avuto sempre problemi, e non ha la minima intenzione di allenarsi in Germania; inoltre, la sua compagna Melissa Satta spinge per tornare a Milano e lui cerca di accontentarla.

Boateng, Emanuelson, Braida, Mr. Bee

Boateng, Emanuelson, Braida, Mr. Bee

A Milanello è stata accolta la sua richiesta di ‘asilo politico’ fino al 31 Dicembre, data ultima che precede l’inizio del calciomercato invernale. Ora tocca al Prince fare bella figura con mister Mihajlovic che avrà un ruolo fondamentale nel decidere se tesserarlo il primo Gennaio o meno. Anzitutto Kevin deve mettere la testa a posto, stile Balotelli! Per Emanuelson storia da svincolato senza sede, come Boateng. Si allenerà nel Milan per convincere l’allenatore serbo. Entrambi, però, non convincono Galliani sul lato economico.

BRAIDA- Prima direttore generale (1986-2002) e poi direttore sportivo (2002-20013) del Diavolo. È stato uno delle figure portanti del Milan Berlusconiano che con l’arrivo di BB ha dichiaro le dimissioni, come l’A.d. Galliani. Sappiamo, però, che a Galliani sono state rifiutate, mentre a Braida no. Tutto ciò ha scombussolato l’ambiente e i tifosi sono sempre stati vicini all’ormai ex direttore sportivo. Braida, visto il suo curriculum, non ha avuto troppe difficoltà a trovare un’altra sistemazione. Quando sembrava tutto fatto per l’approdo alla Sampdoria, con l’arrivo di Ferrero è saltato tutto. Poco male, perché Ariedo si è sistemato dal 12 Febbraio 2015 al Barcellona nelle vesti di direttore sportivo. Ad oggi, i rapporti tra il Barcellona e l’ex Milan non sono idilliaci e la rottura pare imminente. Il suo ritorno al Milan sembra molto probabile per volontà di Galliani che, con la vecchia spalla, rafforzerebbe la sua posizione all’interno della società e creerebbe una coalizione anti-Barbara.

MR. BEE- La società di Via Aldo Rossi e il broker Thailandese hanno un accordo di massima sulla cessione del 48% delle azioni per una somma di 480 milioni. In cambio, oltre alla spesa, Bee Taechaubol aiuterà il Milan ad entrare nella borsa asiatica e ad ottenere importanti sponsorizzazioni da magnati asiatici, luogo in cui il brand Milan è ancora in cima. Fininvest ha concesso la quinta deroga alla troupe di oltre 50 uomini sparsi per il Mondo del Thailandese che avrà il compito di preparare le pratiche il prima possibile. Anche Berlusconi è ottimista.

A Milano i cambiamenti in questo periodo sembrano non finire. Come si concluderanno le varie vicende?

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *