Roberto Cusimano
No Comments

7 ragioni per la quali guferai sempre contro l’Inter

Non c'è partita che tenga ma quando scendono in campo loro, tifare contro diventa un obbligo...

7 ragioni per la quali guferai sempre contro l’Inter
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Le squadre più titolate d’Italia come ben sappiamo sono Juventus, Milan e Inter. Sono anche quelle che contano la maggiore percentuale di tifosi sia all’interno della nostra penisola che in tutto il mondo. Allo stesso tempo questi tre club sono quelli che più spesso vengono bersagliati dai tifosi avversari. Difficile stabilire chi tra le tre citate è quella che viene più gufata, verrebbe da dire la Juve poiché specialmente negli ultimi anni è la squadra che ha vinto di più. Oggi però ci concentreremo sull’Inter e proveremo a spiegare le molteplici ragioni per cui si tende a gufarla. Magari saranno molte di più, qui ne abbiamo raccolte sette.

Davide Santon, tra i pochi italiani con la maglia dell'Inter.

Davide Santon, tra i pochi italiani con la maglia dell’Inter.

POCHI ITALIANI IN ROSA – Una squadra che gioca il campionato italiano ma ha appena tre calciatori italiani in rosa (su venticinque) è un buon motivo per non godere delle simpatie dei tifosi avversari.

IL PIACERE DI VEDERLA PERDERE – Così, apparentemente senza un motivo logico, la sola idea che possa perdere una partita, magari con squadre di minor caratura come spesso è successo negli ultimi anni, provoca un’intenso piacere.

LO STORICO TRIPLETE – L’invidia è una brutta bestia, si sa. Pensare che siano riusciti a conquistare Scudetto, Coppa Italia e Champions League nel 2009 dà un po’ fastidio quindi meglio gufare per evitare si possa ripetere un anno come quello, in cui tutto gli è andato per il verso giusto.

QUESTIONE CALCIOPOLI – Non si può non gufare per una squadra che ha goduto pienamente (non solo l’Inter per carità ma soprattutto lei) per la sentenza post Calciopoli con Milan, Lazio e Fiorentina penalizzate oltre alla Juve mandata in Serie B. Inoltre si sono pure vantati di aver vinto due Scudetti di cui uno assegnato a tavolino e l’altro giocato appunto con mezza Serie A penalizzata.

AUTORI DI REATI MAI PUNITI – Anche l’Inter nel corso dei vari decenni ne ha combinate eppure non è mai stata punita. A cosa ci riferiamo? Alla questione passaporti falsi del 2001, a quella riguardante i contratti non regolari del 2010 e alle intercettazioni illegali del 2012. Sono tutti esempi lampanti di come non siano poi dei santi in quel di Appiano Gentile.

DICHIARATA ANTIJUVENTINITA’ – Lo affermano e ne vanno fieri. Bisogna gufarli perché (non tutti ma un elevato numero di tifosi nerazzurri) sono più contenti quando vedono perdere la Juve che non quando vince l’Inter. Il loro odio verso quei colori supera l’amore per i propri, la cosa non è normale.

SI ESALTANO FACILMENTE – Dopo cinque stagioni di anonimato quest’anno finalmente, sfruttando il calendario e l’avvio choc della Juventus, si ritrovano dopo sei turni in vetta alla classifica dunque via ai festeggiamenti anticipati tra i tifosi che già si sentono quasi lo Scudetto in saccoccia. Dimenticano però che siamo appena ad ottobre. Domenica scorsa è arrivata per loro la prima sconfitta per opera della Fiorentina che li ha riportati con i piedi per terra. Staremo a vedere se avranno la forza di reagire, di sicuro tutti i tifosi avversari sono pronti a gufarli domenica come tutte le prossime in modo da farli tornare dove meritano, a metà classifica.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *