Raul Parrella
No Comments

Napoli: i tre modi in cui Sarri ha migliorato la difesa

La difesa ha lasciato parecchio a desiderare l'anno scorso e Sarri sta facendo di tutto per migliorarla. E dopo le prime partite, sembra ci stia riuscendo

Napoli: i tre modi in cui Sarri ha migliorato la difesa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La piaga dello scorso campionato è stata assolutamente la difesa, che in molte partite ha lasciato a desiderare, rivelandosi il punto debole del Napoli di Benitez. Ora che la squadra è passata in mano a Sarri da ormai parecchi mesi, fin dall’inizio di questo campionato si è notato che l’eredita lasciata dallo spagnolo non è molto comoda da gestire, visto che nelle prime 3 partite di campionato il Napoli ha subito ben 6 gol in campionato. Ma a differenza dell’anno passato, si possono notare almeno tre differenze fondamenatli, dovute alle intuizioni e al lavoro di Sarri.

LA MENTE DI KOULIBALY – E’ il difensore più forte degli azzurri, nonostante abbia una grave pecca, ovvero si fa spesso prendere dall’emotività della partita, commettendo parecchi errori. Ma nelle ultime partite sembra sempre concentrato, forse frutto del lavoro che  Sarri ha svolto sulle capacità mentali del ragazzo nelle ultime settimane e se le cose dovessero continuare in questo modo, il giovane potrebbe rivelarsi fondamentale nello sviluppo stagionale degli azzurri.

LA FIDUCIA AD ALBIOL – Anche se nelle prime partite lo spagnolo è stato la piaga difensiva, mister Sarri ha continuato a dargli fiducia, facendolo giocare sempre e nelle ultime due partite si è visto un lieve miglioramento, quasi come se lo spagnolo avertisse questa fiducia che Sarri ha il lui e nelle sue capacità difensive.

Napoli: L'acquisto di Chiriches ha aumentato il livello qualitativo in difesa

Napoli: L’acquisto di Chiriches ha aumentato il livello qualitativo in difesa

L’ACQUISTO DI CHIRICHES – Anche se non c’è pienamente lo zampino di Sarri, l’acquisto del difensore rumeno è un tassello che ha migliorato di molto la difesa rispetto all’anno passato, visto che essendo per ora una riserva di lusso, porta nei due titolari il timore di perdere il posto e quindi sprona tutto il reparto a migliorarsi per guadagnare ogni settimana il posto da titolare, a differenza dell’anno passato dove con Britos la scelta era veramente rischiosa.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *