Cristy Marinari
No Comments

I 5 motivi per cui Morrison merita una chance da titolare

Croce e delizia: Ravel Morrison bad boy made in Manchester, ancora non ha avuto la sua chance in biancoceleste. Puntare su di lui non è utopia!

I 5 motivi per cui Morrison merita una chance da titolare
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Appena arrivato già aveva agitato Formello e dirigenza: Ravel Morrison genio e sregolatezza made in Manchester. Sir Alex Ferguson ne rimase stregato e lo volle nel Manchester United ad ogni costo. Un talento assoluto che non poteva passare inosservato, ma neanche il suo carattere ombroso e turbolento purtroppo non poté passare inosservato ed i suoi guai con la legge sono ben noti. Paragonato al grande Paul Gascoigne per la tecnica e la vita dissennata all’insegna degli eccessi, Ravel Morrison cerca adesso di ricostruire la sua carriera, ma ancora non ha avuto la sua chance in biancoceleste: poco minutaggio e troppa panchina. Il momento non è propriamente roseo per Stefano Pioli ed è’ arrivato forse il momento di affidarsi un po’ al British Style firmato Morrison. Lazio, punta su Ravel ed ecco perché.

RITIRO BRILLANTE – L’unica occasione per brillare l’ha avuta durante il ritiro ad Auronzo di Cadore. Con un paio di giocate aveva infiammato i tifosi ed il campo parlava inglese. Corre, si muove e dà il meglio anche nelle partitelle in famiglia. Sempre durante il ritiro di Auronzo Di Cadore, Ravel ha dimostrato di saper comporre musica ed accordarsi perfettamente all’altro talentuoso sbarbatello Balde Keita ed il duo diventava un trio con Felipe Anderson. Il triangolo no? Forse è il momento di considerarlo.

Ravel Morrison in allenamento

Ravel Morrison in allenamento

SI DICE … – Dicono di lui che, se lo vedi giocare, non puoi non rimanerne incantato. Nonostante i guai ed i suo carattere difficile noto a tutti, parlando di lui ricorre una parola: talento . Forse è giunta l’ ora di dar luce a quella maglia numero 7.

SCOMMETTIAMO CHE… –Anche se il rapporto con la Lazio non è propriamente idilliaco, tutti lo hanno sempre spronato, perché Ravel Morrison è una scommessa che i biancocelesti vogliono assolutamente vincere. Si vedono i chili in meno grazie allo staff tecnico, che lo segue negli esercizi e nell’alimentazione. Che la messa a punto sia quasi ultimata?

RAVEL DELLE MERAVIGLIE – Tra lati oscuri e talento Ravel Morrison si presenta con un ossimoro: caratteraccio e qualità, croce e delizia. Quando però la genialità ha la meglio sulla sregolatezza, danza in mezzo al campo con la classe del campione e diventa meraviglia: dribbling che disorienta gli avversari, pallone sempre al piede e non è facile da acciuffare.

GENERAZIONE DI FENOMENI – Se ne possono dire tante su di lui, ma una cosa è certa: è giovane! Classe ’93, Ravel Morrison per la Lazio potrebbe rappresentare un investimento a lungo termine e la sua carriera 2.0 potrebbe ripartire proprio da Formello!

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *