Modestino Picariello
No Comments

Udinese-Milan 2-3: una vittoria che vale una Champions

Udinese-Milan se non è una prova è un indizio: forte e non poco. Forse il Milan è rinato in alcuni uomini chiave e dirà la sua in campionato.

Udinese-Milan 2-3: una vittoria che vale una Champions
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Udinese-Milan se non è una prova è un indizio: forte e non poco. Senza fare alcun tipo di volo pindarico, senza sognare scudetti, ci sono alcune cose che vanno annotate come, almeno per ora, certe

1) Alzi la mano chi al 2-3 dell’Udinese non ha pensato alla partita di Istanbul: uguale! Ma questa il Milan l’ha portata a casa, ed è un risultato pesantissimo

2) Il Milan torna a fare i tre punti con le piccole, prima vincendo e basta (Empoli) poi iniziando a convincere contro il Palermo e adesso mettendo in ghiaccio la partita e rovinandosela da solo. Ma sono stati 9 punti su 9

3) La delusione e la sorpresa (ma neanche troppo): Mihajlovic toglie Calabria e mette Zapata in fascia commettendo il più grande errore da quando è allenatore del Milan. Zapata sulla destra? Due gol dell’Udinese dalla fascia destra! E chi toglie le castagne dal fuoco? Incredibile ma vero, Montolivo! Il centrocampista, che sbaglia sul primo gol dell’Udinese, nel secondo tempo è dappertutto, raddoppia sulla sinistra, tiene palla, fa espellere Bruno Fernandes, prova a tenere tutti i centrocampisti bianconeri. Ah, e fa un assist delizioso: è tornato a sentire la fiducia intorno a sé, finalmente!

4) Su Balotelli nulla da dire che già non si sappia, croce e delizia, fino agli ultimi secondi: all’ennesimo intervento provocatorio dei bianconeri stava andando a farsi giustizia; lo hanno fermato tutti, costruendogli un capannello prima del fischio finale. Con un altro allenatore un panchina, uno che non sapeva tenere le redini della squadra, questo non sarebbe mai successo

Conto finale? Sono tre punti, ma per come sono arrivati, se Miha li saprà analizzare, possono valere nove

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *