Roberto Cusimano
No Comments

Passo falso del Palermo. Al “Barbera” termina 2-2 contro il Carpi

I rosanero non riescono a centrare la terza vittoria consecutiva che sarebbe valsa la vetta della classifica. Ottima prestazione degli emiliani che conquistano il primo punto in A

Passo falso del Palermo. Al “Barbera” termina 2-2 contro il Carpi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sembrava troppo bello per essere vero. I tifosi palermitani sognavano di ritrovarsi stasera in testa alla classifica, magari da soli, in maniera netta, pulita, meritata. Invece no. Palermo e Carpi hanno impattato sul 2-2. Pensare che la formazione di Iachini era riuscita a sbloccare subito l’incontro e, quindi, si poteva ipotizzare una gara semplice per i rosanero. Il Carpi però è stato bravo a difendersi e ancor di più ad attaccare quando ne ha avuto la possibilità, tanto da rimontare lo svantaggio iniziale. Ad una manciata di minuti dal termine il Palermo, grazie al forcing nell’area emiliana, ha pareggiato i conti togliendo alla squadra di Castori la gioia della prima vittoria in Serie A.

LA GARA – E’ finita in pareggio, ma poteva pure finire peggio per il Palermo se il serbo Uros Djurdjevic non fosse riuscito a buttarla dentro negli ultimi minuti di gara. I siciliani, orfani di Rigoni, hanno fallito la terza vittoria consecutiva, probabilmente perché hanno sottovalutato l’avversario. Vazquez non ha giocato una grande partita e la prima di Gilardino non è stata affatto indimenticabile. Anche il reparto difensivo ha ballato un po’ (Lazaar ed El Kaoutari sono stati decisamente insufficienti), alla fine ci hanno dovuto pensare i giovani Hiljemark (al 6′) e Djurdjevic (all’88’) a segnare. Dall’altra parte, bene quasi tutto il Carpi con Mbagoku e soprattutto Matos in giornata di grazia. Non hanno segnato, ma sono stati decisivi in entrambe le reti: nella prima l’ex Primavera del Palermo ha propiziato l’autogol di Vitiello (24′) mentre nella seconda è stato Matos, il migliore in campo, a fornire l’assist per la rete di Borriello (64′), che era entrato in campo da pochi secondi.

COMMENTO – In fin dei conti il pari è il risultato giusto, rimane un po’ di amaro in bocca per il Palermo, poiché alla vigilia i tre punti sembravano alla portata, ma quest’anno il campionato si sta dimostrando più equilibrato del solito e ogni settimana non mancano le sorprese. Onore comunque al Carpi di Castori, che dopo aver messo in difficoltà l’Inter due settimane fa, oggi con merito è riuscita a portare a casa un punto (il primo assoluto in A) che, oltre a muovere la classifica, dà autostima. Non sarà semplice salvarsi per gli emiliani, però se continueranno a giocare come oggi, se Matos continuerà a offrire prestazioni come quella vista al “Barbera” e se Borriello darà il suo apporto in termini di gol, potrà provarci.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *