Gianluca Nucci

Fantacalcio, la top 11 della 3ª giornata

Anche questa settimana, rubrica legata al gioco più pazzo d'Italia. Cari fantallenatori, ecco la possibile top 11 della 3°giornata

Fantacalcio, la top 11 della 3ª giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo una settimana di pausa dovuta alle qualificazioni di Euro 2016, finalmente ritorna il calcio giocato sui campi della Serie A, tra quelle domeniche passate interamente sui divani a seguire la propria squadra del cuore o controllare forsennatamente i risultati per chiudere la classica “bolla della domenica”. A tornare però c’è anche un altro elemento che accomuna gran parte dei tifosi italiani da un po’ di anni a questa parte: il fantacalcio. Così, qualora foste nella più classica crisi da formazione dovuta al controllo maniacale dei probabili 11 in campo, ecco la potenziale top 11 della 3° giornata della Serie A, che si schiera con il solito 3-4-3.

SORRENTINO: Unico portiere ad essere ancora imbattuto in campionato, Sorrentino si candida per essere il primo portiere da schierare, visto il buono stato di forma del Palermo e il valore del Carpi, sicuramente non gli ospiti più ostici che potessero capitare: d’altronde, il proverbio non dice “non c’è 2 senza 3”?

LICHTSTEINER: Schierato nella difesa a 4 con le corsie esterne totalmente libere lasciate dallo schieramento del Chievo, lo svizzero può regalare qualche assist o addirittura tornare al gol proprio in questa giornata.

MOISANDER: Possibile sorpresa della giornata può essere invece Moisander, che scenderà da titolare per la prima volta in stagione contro il Bologna e, forte della sua stazza fisica, potrebbe anche rappresentare una minaccia sulle palle inattive.

MANOLAS: Qualora voleste una sufficienza assicurata invece Kostas Manolas è il difensore ideale. Ottimo stato di forma e avversario apparentemente abbordabile come il Frosinone: che altro?

BASELLI: Inevitabile inserirlo tra la top 11 visto lo straordinario rendimento avuto finora. Domani scenderà in campo alle 12:30 a Verona, e se volete un antipasto di gol, Baselli potrebbe essere l’ingrediente adatto a portare subito a casa un po’ di bonus.

POGBA: Non può assolutamente fallire l’appuntamento per la terza volta consecutiva. Al suo fianco adesso avrà anche Marchisio, garanzia assoluta, che gli permetterà di giocare con meno pressione: POG-BOOM, tocca a te.

S. MAURI: Serve la carica del capitano per tirar su una nave che è sulla via di affondare. Stefano Mauri è pronto a caricarsi la squadra sulle spalle e sfruttare la chance da titolare per rispondere “presente” a Pioli e a tutti i fantallenatori che hanno investito su di lui.

Joaquin Correa, nuovo acquisto della Sampdoria

Joaquin Correa, ai tempi dell’Estudiantes

CORREA: Se cercate una sorpresa di basso valore a centrocampo, potrebbe essere rappresentata da Correa: l’argentino verrà schierato per la prima volta da titolare, nella delicata posizione da trequartista, e la sensazione è che voglia farsi notare da Zenga per diventare un possibile protagonista di questa squadra, Bologna permettendo.

ROSSI: Questa è la sua settimana, torna in campo da titolare dopo 2 anni tormentati da guai fisici. Pepito Rossi vorrà dimostrare a tutti che tornerà più forte di prima, come ha sempre fatto, e la partita con il Genoa è l’occasione giusta per sfruttare anche il suo +3.

EDER: Come per Baselli, sarebbe eretico non metterlo in formazione: capocannoniere del campionato con 4 gol, è pronto per salire ancora di numero facendo del Bologna la vittima sacrificale. Irrinunciabile.

HIGUAIN: Molto difficile scegliere tra lui, Jovetic, Icardi, Bacca, Dzeko e altri nomi che possano garantire il gol. Alla fine però la grandezza dell’avversario conta, e un Empoli a 0 punti in classifica potrebbe essere l’occasione giusta per regalare a Sarri la prima vittoria con il Napoli e magari ad Higuain l’aggancio ad Eder nella classifica marcatori.

Share Button