Sanda Urda
No Comments

MotoGP Misano: Lorenzo in pole, ma anche Rossi in prima fila

Jorge mantiene la leadership a Misano, anche nelle qualifiche, Marquez lo marca da vicino, e Valentino no ha il loro passo, ma è terzo

MotoGP Misano: Lorenzo in pole, ma anche Rossi in prima fila
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La seconda giornata di lavoro in vista del Gran Premio TIM di San Marino e della Riviera di Rimini è iniziata per la classe regina, MotoGP, con la terza e più importante sessione di prove libere, accompagnata dal sole splendente e temperature in rialzo. I primi dieci classificati nella sessione del mattino (Lorenzo che straccia un altro record con il suo 1’32.192, Marquez spinge al’limite ma non raggiunge il maiorchino, Rossi migliora notevolmente rispetto al venerdì in classifica, ma il distacco rimane di 6 decimi. Seguono Dovizioso, Pedrosa e Pirro, Smith, Iannone con un motore in meno, Pol Espargarò e Petrucci decimo), hanno avuto accesso diretto alla Q2, dove si gioca la pole. Durante la FP4 di dopo pranzo, Valentino migliora ancora e riduce il suo distacco dal compagno di tre decimi, ma lo spagnolo ha ancora il miglior giro e passo.

SINTESI DELLA Q1– In 16 si giocano i primi due posti per passare alla prossima sessione insieme ai 10 fighi, e lottare per le prime file sullo schieramento. Nei ultimi istante dei 15 minuti a disposizione, Aleix Espargarò (Team Suzuki Ecstar) centra il miglior crono della sessione (1’32.961) scalzando Cal Crutchlow (LCR Honda) che aveva la vetta fin dall’inizio. rimane fuori Scott Redding (EG 0,0 Marc VDS), secondo fino all’arrivo della Suzuki ufficiale di Aleix.

foto MotoGP: Alessandro Giberti

MotoGP Misano, Rossi in prima fila con il casco celebrativo

SINTESI DELLA Q2– In tanto portano un casco speciale per la gara del Misano World Circuit Marco Simoncelli, ma la grafica più significativa è quella di Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) che si raffigura come preda inseguita dallo squalo bianco in cui sono racchiusi tutti quelli che vorrebbero “mangiarselo”. Parlando di predatori, Jorge Lorenzo è il capo dei rivali nel mondiale, per il pesarese, ma sopratutto sembra aver imbroccato la via giusta sul tracciato rinnovato di San Marino, e a ogni sessione straccia i record (best pole: 1’32.146) anche senza le alette. Il maiorchino aveva tutte le chance di abbattere il muro del 1’32 se Rossi non lo disturbava andando troppo piano in traiettoria. Il Dottore, che si qualifica terzo (+0.212) è stato punito per l’accaduto dalla commissione gara che gli ha tolto un punto dalla “patente”. Nel panino Yamaha, rimane Marc Marquez (Repsol Honda Team) quale ha spinto al’limite, ma Jorge è stato irraggiungibile oggi (per un solo decimo). Il campione in carica, ha comunque un passo simile al quello del pole man, che fino ad ora è il più veloce in assoluto. Dani Pedrosa (+0.288), l’altro pupillo HRC, apre la seconda fila condivisa con il molto “sul pezzo” Michele Pirro (Ducati Test Team) in quinta casella e Bradley Smith (+0.655) in sella alla Yamaha factory Tech3 sesto. La terza fila è tutta italiana e tutta #Ducati: nono e decimo gli Andrea, Iannone (+0.675) e rispettivamente Dovizioso (+0.788), e a chiudere Danilo Petrucci (OCTO Pramac Racing) con la Desmosedici GP14.2. I risaliti, Aleix Espargarò e Cal Crutchlow, si piazzano davanti all’altra Tech3 di Pol Espargarò (+1.076) in quarta fila.

Anche se in pole, Jorge si preoccupa per il degrado della gomma posteriore e della vicinanza del connazionale campione in carica, che ha dimostrato un passo simile. Valentino si sente un piccolo pesciolino, con tutti alle calcagna nella gara di casa, dove regna il “popolo giallo”. Al Misano World Circuit Marco Simoncelli promettono bene anche le Ducati, tutte ammassate in seconda e terza fila.

La classe regina torna in pista a Misano domani mattina con il wup e dalle 14:00, il via alla tredicesima gara del mondiale. Le previsioni meteo promettono asciutto, ma tutto è relativo.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *