Roberto Cusimano
No Comments

Perché la Sampdoria è favorita sul Bologna

I ragazzi di Zenga partono con i favori del pronostico. Sarà una sfida interessante ma, sulla carta, poca storia in attacco con Eder decisamente più in forma di Destro

Perché la Sampdoria è favorita sul Bologna
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Domani pomeriggio alle ore 15, allo stadio “Ferraris” di Genova andrà di scena la gara Sampdoria-Bologna, valevole per la terza giornata di Serie A. La formazione blucerchiata in questo inizio di campionato ha ben impressionato ottenendo quattro punti sui sei disponibili, gli ospiti invece non hanno avuto un grande impatto nella nuova categoria e si ritrovano ancora a zero punti. La Sampdoria parte con i favori del pronostico, ma attenzione ai rossoblu che avranno sicuramente fame di rivincita e vorranno sbloccare la casella dello zero. Analizziamo meglio le due squadre nei vari reparti.

DIFESA – Padroni di casa composti da un quartetto difensivo che nel complesso sembra dare più garanzie rispetto a quello degli emiliani. E’ pur vero che dopo 180 minuti la difesa ligure ha subito un gol in più di quella rossoblu, ma se da un lato i due centrali possono in qualche modo equivalersi non è così per le corsie laterali con Cassani e Regini molto più esperti di Ferrari e Masina. Quest’ultimo in particolare lo abbiamo visto molto volenteroso sia con la Lazio che con il Sassuolo, ma paga l’inesperienza.

CENTROCAMPO – La Sampdoria può contare su due centrocampisti che spesso trovano anche la via della rete come il brasiliano Fernando e Soriano che, terminate le voci di mercato che lo davano quasi per certo al Napoli, può di nuovo concentrarsi solo e soltanto sui blucerchiati. A loro si aggiungono Palombo e Barreto, due interditori di sicuro affidamento. Il Bologna risponde con un centrocampo praticamente nuovo rispetto alla passata stagione, se valutiamo i singoli (Taider, Donsah, Giaccherini) non possiamo di certo sottovalutarli, rimane da verificare la loro intesa sul campo.

ATTACCO – Poca storia in attacco. A dirlo sono i numeri di questo inizio di stagione. La formazione di Zenga ha il migliore attacco con sette reti fatte, Muriel ma soprattutto Eder sono in grande condizione fisica. L’italo-brasiliano, autore di una grande prestazione al “San Paolo” contro il Napoli, domani cercherà di andare a segno per la terza giornata di fila. Gli emiliani dal canto loro possono contare su Brienza e Destro, il tecnico Rossi spera che il loro feeling sia migliorato rispetto alla gara contro il Sassuolo in cui soprattutto l’ex Milan non ha brillato per niente. Dalla panchina attenzione a Carbonero sponda Samp e Mancosu per il Bologna, autore finora dell’unica rete in campionato dei bolognesi.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *