Matteo Masum
No Comments

Vuelta, oggi la tappa decisiva. Aru all’ultima chiamata

Tom Dumoulin oggi ha guadagnato altri 3'', ma la partita non è finita

Vuelta, oggi la tappa decisiva. Aru all’ultima chiamata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Anche ieri, nella tappa vinta da Gougeard, Tom Dumoulin ha dimostrato di stare alla grande e di non temere affatto gli attacchi di Fabio Aru. Oggi c’è la giornata decisiva, l’ultima possibilità per il sardo di strappare la maglia rossa al suo rivale. Le chance ci sono, ma bisognerà essere molto più incisivi rispetto alle ultime due tappe.

TAPPA DURA MA… – Quattro Gpm, tutti di prima categoria. L’altimetria è di quelle che fanno tremare le gambe, e sulla carta può far saltare chiunque. Peccato che la vetta dell’ultima salita sia a circa 20 km dal traguardo, lasciando quindi grosse possibilità a Dumoulin di ricucire eventuali strappi. Servirà la scalata perfetta a Fabio Aru, se vorrà lasciare indietro l’olandese sufficientemente per non temere rientri. Non sarà facile.

LA SQUADRA – Fondamentale sarà il lavoro che svolgerà l’Astana. Gli uomini a disposizione di Aru sono di grande livello, ma forse è mancato lo spirito di squadra, che invece fu fondamentale, ad esempio, per la vittoria di Nibali al Tour de France dello scorso anno. Se i vari Landa, Rosa, Cataldo e co. riusciranno ad imporre un ritmo elevato su tutte le salite, allora Aru potrà rifilare la stoccata sull’ultimo Gpm. In caso contrario, Dumoulin potrà stappare lo spumante già in corsa.

GLI ALTRI – Attenzione al ruolo che potranno giocare gli altri uomini di classifica. Rodriguez, Majka, Valverde, Quintana, chi per un motivo e chi per un altro, tutti hanno degli obiettivi da raggiungere. Possibile dunque che uno di questi uomini riesca a fare corsa dura sull’ultima salita, magari scattando insieme o prima di Aru, e aiutando il sardo nei chilometri finali. Una prospettiva non irrealizzabile, ma saranno le gambe a sancire il verdetto finale.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *