Raul Parrella
No Comments

Napoli: Sarri ritorna ad Empoli per cacciar via i dubbi

Sarri ritorna ad Empoli come allenatore del Napoli, con l'unico obiettivo di vincere la partita per cacciare via i dubbi dei tifosi e della stampa

Napoli: Sarri ritorna ad Empoli per cacciar via i dubbi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’inizio di campionato del Napoli è molto deludente, non tanto per le prestazioni in sé, ma per quell’unico punto raccolto nelle prime due partite. Basti pensare che una partenza così stentata non si vedeva a Napoli da parecchi anni e quindi i dubbi sul nuovo tecnico stanno aumentando, forse inutilmente, ma sembra che la partita di Empoli, sua ex squadra, possa essere decisiva nell’alimentare queste incertezze sul suo conto o, al contrario, possa spazzare via tutti i ripensamenti, confermandolo come l’uomo giusto sulla panchina azzurra.

DESTINO BEFFARDO – Per Sarri la permanenza ad Empoli è stata di fondamentale importanza, visto che gli ha permesso di approdare in uno dei club più forti della Serie A e, proprio la squadra che lui ha costruito e che gli ha donato tanto, è la squadra che, in caso di sconfitta, lo potrebbe seriamente mettere nei guai. La partita è molto importante perchè il Napoli è nettamente più forte dell’Empoli, come lo era contro la Samp e il Sassuolo, ma questa volta non sono ammessi passi falsi. La pausa ha portato via molti giocatori, ma tutti hanno comunque avuto il tempo e il modo di concentrarsi sulla partita di domenica e quindi la vittoria è l’unico risultato accettabile per gli uomini azzurri.

Raul Albiol è il peggior difensore in questo momento del Napoli

Raul Albiol è il peggior difensore in questo momento del Napoli

PERDER NON SI PUO’ – Come detto, l’unico risultato possibile è la vittoria, visto che in caso di sconfitta o di un eventuale pareggio condizionato da una prestazione insufficiente degli azzurri, in casa Napoli si alzerebbe un polverone che sarebbe difficile da controllare. E’ vero, siamo solo all’inizio e anche la Juventus ha avuto una partenza non perfetta, ma guardare in casa altrui serve a poco. Bisognerà mantenere la concentrazione ed evitare di commettere errori come nelle partite precedenti, discorso valido soprattutto per la difesa, che si dimostra ancora l’anello debole della rosa.

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *