Cristy Marinari
No Comments

I 4 calciatori più spericolati

Genio e sregolatezza un binomio che cammina a braccetto. Una vita sempre in fuorigioco: ecco i quattro calciatori più ribelli e spericolati

I 4 calciatori più spericolati
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

“Voglio una vita spericolata..la voglio piena di guai” canta Vasco Rossi, e quella vita spericolata non è sconosciuta a molti calciatori. Genio e sregolatezza: eccentrici, contestatori, fuori dagli schemi in campo ma soprattutto fuori. Il mondo del calcio racconta molte storie di esistenze dissennate. Una vita sempre in fuorigioco: ecco i quattro calciatori più ribelli e spericolati.

RAVEL MORRISON – Ne sa qualcosa Sir Alex Ferguson e appena disfatte le valigie a Formello ha subito agitato le acque: Ravel Morrison, bad boy made in England. Giovane età e lunga fedina penale, con Paul Gaiscogne il paragone è stato immediato per il talento, ma soprattutto per i danni fuori dal campo. Alla Lazio sembra essere tranquillo ed è rimasto ancora anonimo alle questure di Roma. Continua così Ravel!

Rossi e Ljajic, i due non si sono mai amati. Adem tra i calciatori più spericolati

Rossi e Ljajic, i due non si sono mai amati. Adem tra i calciatori più spericolati

ADEM LJAJIC– Se non è ancora chiaro, Adem Ljajc non lo dovete fare arrabbiare. Ha dato prova di sregolatezza e di un carattere ribelle quando militava nel 2012 nelle file della Fiorentina. Durante il match contro il Novara reagì male al cambio e male non è abbastanza per descriverne lo stato d’animo. E’ nota a tutti la lite tra il serbo ed il tecnico Delio Rossi in diretta tv, che degenerò dagli insulti ai calci e pugni. Adem si è calmato, ma prendetelo per il verso giusto che da calciatore a pugile il passo è breve.

WAYNE ROONEY Sangue Rooney! E’ uno degli attaccanti più forti e uno spericolato fuori dal campo. Wayne Rooney ed il suo identikit: amante della bella vita, scandali sessuali con focose e costose escort, proverbiali serate alcoliche e la questione legata al calcioscommesse che ha portato il padre ed il fratello in carcere. Grande campione e grandi pazzie. Insulti in campo, notti brave, fiumi di vodka e pipì fatta in strada sui i muri della città. Sangue Rooney non mente mai!

ARTURO VIDALArturo Vidal e la nazionale cilena non vanno  d’accordo. Nei giorni scorsi aveva abbandonato il ritiro della Roja apparentemente per motivi personali, ma la stampa cilena non ha mantenuto il segreto: una notte al casinò e post sbornia, arrivato così agli allenamenti e rispedito a casa. Non era il primo autogol del centrocampista: poco tempo prima ubriaco al volante aveva distrutto la sua Ferrari. Che Arturo Vidal in Cile abbia scoperto i barman più bravi del mondo?

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *