Gianluca Nucci
No Comments

Juventus, 5 motivi per cui Alex Sandro è già più affidabile di Evra

Le basse prestazioni di Evra e il grosso investimento fatto per Alex Sandro spingono Allegri a schierare il brasiliano. Ecco 5 buoni motivi per farlo...

Juventus, 5 motivi per cui Alex Sandro è già più affidabile di Evra
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tra il banco degli imputati dei passi falsi fatti finora dalla Juventus in campionato, figura anche il nome di Patrick Evra. Il francese, del quale già si cercava un’alternativa al termine della scorsa stagione, non ha reso come avrebbe dovuto, garantendo poca affidabilità sulla corsia di sinistra, lasciando addirittura i compagni in inferiorità numerica nella gara con la Roma.

Adesso, sotto gli occhi di tutti, ci sarà invece proprio l’alternativa arrivata negli ultimi giorni di mercato: il brasiliano Alex Sandro. La società bianconera punta molto sul terzino ex Porto, avendo speso più di 20 milioni per portarlo a Torino, e Allegri è pronto ad assegnargli una maglia da titolare già a partire dalla prossima giornata, nella gara interna con il Chievo. Probabilmente, con una prestazione convincente, il brasiliano si garantirebbe una presenza dal primo minuto anche nella delicata trasferta di Manchester, sponda City, che aprirà la stagione dei bianconeri in Champions. Così, anche se potrebbe essere un po’ troppo precoce schierarlo in una delle gare più difficile della stagione, ci sono almeno 5 buoni motivi per cui Alex Sandro è già più affidabile di Evra.

MAGGIOR DINAMISMO – La prima qualità che salta all’occhio osservando il brasiliano è il grande dinamismo di cui è dotato. Velocità, resistenza e forza fisica gli hanno permesso di affermarsi nel calcio che conta. Rispetto al più esperto ma meno mobile Evra, l’esterno ex Porto rappresenta sicuramente una scelta più interessante dal punto di vista fisico.

DUTTILITA’ TATTICA – Inoltre, avendo spiccate doti offensive, il n°12 bianconero è anche molto più adatto rispetto ad Evra a ricoprire il ruolo di esterno sinistro nel 3-5-2 scelto finora da Allegri. Se infatti non ci sono problemi per entrambi in una difesa a 4, Evra fatica maggiormente quando ha il compito di coprire tutta la fascia schierandosi in un centrocampo a 5, nel quale gli esterni devono alternare fase offensiva e difensiva senza un attimo di tregua. In tal caso, Alex Sandro sarebbe una soluzione migliore rispetto al francese.

GIOCATORE ANCORA IN CRESCITA – Un maggior dinamismo, gli è consentito anche dalla ancor tenera età. Il brasiliano infatti è soltanto un classe ’91, e, le 7 primavere in meno sulle spalle rispetto ad Evra, gli permettono non soltanto tanta corsa ma anche una costante crescita. Se Evra infatti difficilmente potrà migliorare ancora, Alex Sandro ha ancora tanto da imparare, prerogativa che potrebbe renderlo uno degli esterni sinistri migliori al mondo nel giro di qualche anno.

VOGLIA DI VINCERE – Quando un giocatore è appena arrivato in un nuovo club, accade spesso che ci sia una grandissima voglia di vincere e convincere tutto l’ambiente, con un entusiasmo paragonabile a quello di un bambino. Evra infatti, la cui esperienza e professionalità non si discute, si è tolto già diverse soddisfazioni in carriera, e questo potrebbe fargli pagare qualcosa in chiave motivazioni. Alex Sandro invece ha tutto l’entusiasmo e la voglia di diventare un nuovo pilastro della rosa bianconera e ciò non può far altro che giovare al suo rendimento.

QUALITA’ GIA’ MOSTRATE – Sebbene si trattasse soltanto di un’amichevole, Alex Sandro ha già mostrato ad Allegri le qualità di cui è dotato nella gara con la Cheraschese. Il brasiliano ha convinto praticamente tutti nella prima partita in bianconero e, se confermasse quanto di buono fatto vedere in amichevole, allora i bianconeri avrebbe davvero sistemato la fascia sinistra, trovando l’alternativa, forse già più affidabile, a Patrick Evra.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *