Gianluca Nucci
No Comments

Faccia a Faccia Juve: perché puntare su Mandzukic

Nonostante abbia deluso nelle prime due uscite stagionali, il croato rappresente ancora l'attaccante ideale per Allegri: ecco perché...

Faccia a Faccia Juve: perché puntare su Mandzukic
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Con il grande entusiasmo con cui è stato accolto e la pesante eredità lasciatagli da Tévez, Mario Mandzukic è stato finora sotto le aspettative di tutti coloro addetti ai lavori, tifosi compresi. Non è certo totalmente sua la responsabilità dei due passi falsi della Juve in campionato, anche se avrebbe potuto già siglare il suo primo gol con la maglia bianconera in Serie A in diverse occasioni. A suo discapito adesso, aumentano i sostenitori favorevoli a Morata, che preferirebbero vedere lo spagnolo in campo piuttosto che il croato, con un Dybala forse unico punto fermo alle condizioni attuali.

Eppure, Mario Mandzukic è probabilmente l’attaccante ideale per la rosa di Allegri, soprattutto adesso che Marotta & Co. hanno completato la scacchiera con gli ultimi colpi di mercato.

Allegri: toccherà a lui far rendere al meglio mandzukic

Allegri: toccherà a lui far rendere al meglio mandzukic

RAGIONI TATTICHE – L’acquisto di Alex Sandro ed Hernanes infatti, permettono al tecnico toscano non solo di schierarsi con il suo 4-3-1-2, ma anche di proseguire sulle orme di Conte adottando la garanzia 3-5-2. Inoltre, l’arrivo di Cuadrado, esterno tuttocampo, lascia libertà ai bianconeri di modificare l’assetto anche in corsa passando in un più offensivo 4-3-3. Detto questo, che sia un 4-3-3 o un 3-5-2, Mario Mandzukic rappresenterebbe la soluzione ideale per il gioco bianconero, essendo un attaccante molto forte fisicamente, che trova il suo habitat naturale in area di rigore e capace di sfruttare al meglio gli infiniti cross proveniente dalle corsie esterne.

ESPERIENZA INTERNAZIONALE – Nonostante venga da un club come il Real Madrid e abbia già vinto una Champions League, Alvaro Morata sembra il profilo meno ideale per scendere il campo nelle gare internazionali  a discapito di Mandzukic, a meno chiaramente di una presenza da titolare per entrambi. Il croato infatti, può vantare un numero superiore di presenze in Europa rispetto allo spagnolo, e potrebbe soffrire meno l’alta tensione delle notti magiche della Champions. In realtà, la soluzione migliore sarebbe far partire da titolari entrambi i bomber bianconeri, lasciando al nettamente meno esperto Paulo Dybala la possibilità di scendere in campo a partita in corso. Qualora però Allegri decidesse di puntare sull’argentino per ragioni tattiche o tecniche, Mandzukic sarebbe probabilmente più adatto di Morata a fare tandem con il gioiellino ex Palermo.

VOGLIA DI RIVALSA – Come già espresso nell’incipit di questo articolo, l’attaccante croato ha reso, Supercoppa Italiana a parte, in maniera sicuramente inferiore rispetto al suo stesso valore. Il giocatore non è stato certo coperto da una pioggia di insulti, ma i giornali non hanno esitato quantomeno a fargli notare l’insufficienza delle sue prestazioni. Così, l’ex Wolfsburg, da vero combattente qual è, potrebbe sfruttare queste voci fastidiose sul suo conto per acquisire nuova carica e rabbia tali da trasformarle in urla e gioia derivate da ciò che sa far meglio: buttare la palla dentro il sacco.

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *