Luigi Fontana
No Comments

Alla scoperta di Eder, capocannoniere del campionato

Andiamo alla scoperta di Eder, attaccante della Sampdoria, capocannoniere del campionato, che segna sempre e sogna l'Europeo

Alla scoperta di Eder, capocannoniere del campionato
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dal campo agli uffici del calciomercato: il personaggio dell’ultima settimana è stato sicuramente Eder. L’attaccante della Sampdoria è il capocannoniere del campionato, grazie alle due doppiette nelle prime due giornate. Prima le due reti nella manita rifilata al Carpi, poi la rimonta sul Napoli che porta la sua firma. Il giorno più intenso, però, è stato quello di ieri. Il calciatore sembrava promesso all’Inter, ma poi il dietrofront della coppia Ferrero-Osti lo ha “costretto” a rimanere a Genova. Eder alla Sampdoria si è guadagnato un posto nell’elite dei grandi attaccanti, ma soprattutto la Nazionale Italiana: dal 2010, infatti, l’ex Empoli ha ottenuto la cittadinanza italiana, grazie al suo bisnonno, che visse nella provincia di Vicenza. 2 presenze ed 1 goal con la maglia azzurra: pochi minuti per segnare la sua prima rete internazionale, contro la Bulgaria, per salvare una partita che si stava mettendo male.

ORIGINI – Ma da dove arriva il capocannoniere della Serie A? Cresciuto nelle giovanili del Curitiba, viene notato dall’Empoli. E’ troppo acerbo, però, per la Serie A e viene ceduto in comproprietà al Frosinone. È lì che esplode, segnando 14 goal nella stagione 2008-2009, abbastanza per prendersi un posto da titolare al Castellani. L’Empoli, nel frattempo, è retrocesso e, nonostante le 27 reti di Eder, non sale di categoria. L’italo-brasiliano, invece si. Prima Brescia, poi il Cesena. L’affare della sua carriera, però, lo fa quando scende di nuovo in Serie B, nell gennaio del 2012. Destinazione Sampdoria. Da lì in poi, un crescendo continuo di gol: 5, 7, poi 12 e ancora 12, Nazionale conquistata e visione dei top club. Molti gli occhi su di lui: ci pensano la Roma e l’Inter, ma alla fine è rimasto alla Sampdoria. Per incrementare il suo bottino di gol e rimanere tra gli attaccanti più forti d’Italia. Con un sogno nel cassetto, chiamato Europeo 2016 in Francia.

Luigi Fontana

(@luigifontana24)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *