Filippo Giannitrapani
No Comments

3 motivi per cui Mancini ha voluto Melo

Il centrocampista brasiliano ex Galatasaray approda in nerazzurro fortemente voluto dal tecnico Mancini. Perché?

3 motivi per cui Mancini ha voluto Melo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Mancini voleva un centrocampista, voleva Felipe Melo ed è stato accontentato. Ceduto Hernanes alla Juventus, l’Inter si è fiondata sul centrocampista brasiliano in forza al Galatasaray (ex-Juventus), chiudendo l’affare nelle ultime ore di mercato per regalare al tecnico il centrocampista tanto richiesto. I tifosi non hanno accolto a braccia aperte il brasiliano, ma Mancini ha fortemente voluto Felipe Melo. Perché?

1) UOMO GIUSTO AL POSTO GIUSTO – Adesso l’Inter può giocare come Mancini voleva, addio rombo a centrocampo, benvenuto 4-3-3. Hernanes non aveva più spazio con questo modulo essendo un trequartista puro, al contrario questo schema di gioco è perfetto per Melo. Da schierare davanti alla difesa o in caso anche come mezzala, e capace di creare pericoli nei palloni alti.

2) CARISMA – Felipe Melo è conosciuto per la sua irruenza in alcuni casi eccessiva, che ha portato il brasiliano a collezionare cartellini. Ma nonostante ciò vanno riconosciuto il carisma che il brasiliano mette in campo e la grinta che lo contraddistingue. Magari non eccelso tecnicamente potrà rivelarsi utile all’Inter in termini di grinta e leadership maturata in questi anni.

3) GALATASARAY – Mancini ha già allenato Felipe Melo, nella sua esperienza in Turchia al Galatasaray. Questo è un fattore importante, perché il centrocampista brasiliano conosce già i dettami dell’allenatore e quindi potrà entrare facilmente nei meccanismi della squadra e dare una mano in più ai compagni.

Felipe Melo è stato uno degli ultimi colpi di mercato dell’Inter, è fortemente voluto dal tecnico jesino. Ora tocca a lui dimostrare tutto il suo valore e conquistare l’Inter.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *