Francesco Scafidi
No Comments

Serie A: top e flop della seconda giornata

Dal tacco di Meggiorini al "fantasma" Mandzukic, il meglio e il peggio della seconda giornata di Serie A

Serie A: top e flop della seconda giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La seconda giornata di serie A conferma l’avvio complicato della nuova Juventus, che dopo la sconfitta interna con l’Udinese cade a Roma contro i giallorossi. La vetta alla classfica è ricca di sorprese come il Chievo, che ha strapazzato 4-0 la Lazio, il Sassuolo (per la prima volta in vetta al massimo campionato) e il Torino di Ventura. In difficoltà anche il Napoli di Sarri che va avanti due volte con Higuain ma viene recuperato dalle prodezze di Eder. Chi sono stati i migliori e peggiori della 2a giornata di serie A? Andiamo a vederlo insieme….

Top

Riccardo Meggiorini (Chievo): attaccante dal gol non facile, Riccardo Meggiorini da Isola della Scala sfodera una prestazione da urlo contro la Lazio. Con la gentile collaborazione di Gentiletti fa 1-0, poi la perla della giornata: l’ex Novara s’inventa un tacco volante per recapitare al degno compare Paloschi un bijoux che basta spingere oltre la rete biancoceleste per il 2-0 del Chievo.

Miralem Pjanic (Roma): il bosniaco gioca una partita perfetta, detta i ritmi della squadra, gioca molti palloni ed è capace di confezionare un gioiellino su punizione che regala il vantaggio alla squadra di Garcia, Buffon può solo guardare il pallone finire in rete. Fondamentale.

Eder (Sampdoria): il brasiliano è arrivato al momento di forma più alto della sua carriera, confermandosi ai livelli della passata stagione quasi perfetta, e dopo due giornate è il capocannoniere della Serie A con quattro reti. Resterà a Genova o finirà in nerazzurro? Oggi il tormentone avrà fine.

Flop

Zeljko Brkic (Carpi): l’ex portiere di Udinese e Cagliari  è protagonista di  un inizio shock in campionato dopo le papere contro la Sampdoria. Anche nella sfida contro l’Inter non si dimostra sicurissimo, la sua scellerata uscita regala a Jovetic il gol dell’uno a zero. Incostante.

Stefan Radu (Lazio): in una domenica imbarazzante per tutto l’11 laziale, il difensore rumeno riesce a mettersi in mostra negativamente. Sulla sua fascia sinistra i giocatori del Chievo hanno vita facile. Soffre per tutto il match ed è uno dei peggiori uomini di Pioli.

Mario Mandzukic (Juventus): L’inizio shock dei bianconeri è figlio anche dell’assenza in campo della punta croata, mai realmente pericoloso. Nella ripresa bocciato anche lui per dare spazio a Morata.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *