Connect with us

Football

Magica Roma, Juventus sconfitta

Pubblicato

|

Miralem Pjanic, a segno nella vittoria della Roma contro la Juventus

Ore 18: all’Olimpico si sfidano le due deluse delle prima giornata, Roma e Juventus. Bisognava vincere per entrambe le compagini, una sconfitta sarebbe stata molto dura da digerire. La Roma ha iniziato la partita pigiando sull’acceleratore, creando un bel gioco (non il migliore della squadra di Garcia) e creando occasioni pericolose come il palo di Pjanic, la Juventus non è pervenuta. Nel secondo tempo la Roma preme e trova il vantaggio con una perla su calcio di punizione di Pjanic e poi chiude, almeno apparentemente, la partita grazie alla rete dell’uomo più atteso, Edin Dzeko. Nel frattempo tra una rete e l’altra i bianconeri sono rimasti in dieci per l’espulsione di Evra, e a testa bassa accorciano le distanze con Dybala, ma il pareggio non arriva grazie ad un intervento miracoloso di Szczesny.

PROVA DI MATURITA’ – La Roma oltre al risultato aveva bisogno di una prova convincente per dare credibilità al suo mercato e far vedere che il gap rispetto ai campioni d’Italia e vice-campioni d’Europa è diminuito. Grande prova dei giallorossi che fin dal primo minuto sono scesi in campo con il coltello tra i denti, tenendo sempre il pallino del gioco e rischiando solo negli ultimi minuti chiudendosi in difesa.

CALCIOMERCATO – In questa partita la Roma ha schierato ben 5 nuovi acquisti, rivelandosi tutti decisi per il risultato finale. Da Salah a Iago Falque passando per Digne (uno dei migliori in campo) e Szczesny. E come non menzionare Dzeko, il centravanti che tanto mancava alla Roma, che non si vedeva dai tempi di Montella e Batistuta (uomini dell’ultimo scudetto giallorosso). L’attaccante bosniaco insieme al connazionale Pjanic regala le due perle che fanno esplodere di gioia l’Olimpico. E se per la Roma il centravanti festeggia, per la Juventus Mandzukic non riesce a decollare e Dybala da solo non basta.

Vittoria meritata della Roma che sogna in grande, la dirigenza ha compiuto un grandissimo sforzo concedendo a Garcia una squadra da scudetto. Il primo ostacolo è stato superato a pieni voti, e la Juventus dopo due giornate è già lontana 4 punti. Questo potrebbe essere l’anno giusto per la Roma, potrebbe essere l’anno giusto per riportare quello che manca dal 2001 alla sponda giallorossa del Tevere. E se non ora quando?

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending