Connect with us

Focus

Roma, tre mosse per sorprendere la Juventus

Pubblicato

|

Alessandro Florenzi, il jolly della Roma

E’ la sfida tra le pretendenti più accreditate al titolo, nonostante siamo solo alla seconda giornata. Roma-Juventus non è mai una partita banale e quest’anno assume un significato ancor più importante vista la partenza ad handicap e il mercato estivo che ha quasi rivoluzionato le due rose. I bianconeri sono favoriti in virtù dei risultati ottenuti negli ultimi anni, ma i giallorossi hanno le carte in mano per sovvertire il pronostico. Proviamo a metterci nei panni di Garcia e ad individuare tre mosse con le quali i capitolini possono mettere ko i rivali.

FLORENZI ATTACCANTE – Pochi i dubbi di formazione per Garcia, uno di questi è l’esterno da affiancare a Dzeko e Salah. Una buona soluzione potrebbe essere rappresentata dall’impiego di Florenzi, visto che Maicon pare abbia recuperato e possa riprendere il suo posto da terzino destro. Con Florenzi la Roma avrebbe maggior copertura, la possibilità di spendere un uomo per il pressing sul portatore di palla bianconero e un fulmine in fase di ripartenza. Inoltre il jolly di Garcia ha anche un’ottima capacità in zona cross, utilissima quando hai uno come Dzeko al centro dell’attacco.

CONTROPIEDE – La Roma ha grosse difficoltà in fase di costruzione della manovra: dunque perchè non provare a puntare tutto sul contropiede? D’altro canto la squadra di Allegri, priva di Pirlo e Marchisio, ha nel solo Pogba un uomo in grado di imbastire un’azione offensiva, e il francese non è nemmeno un regista classico. L’esperimento Padoin è decisamente naufragato. Recuperata palla, i giallorossi potrebbero lanciare i velocissimi esterni offensivi per mettere in difficoltà la retroguardia bianconera. Un’opzione che Garcia non può permettersi di scartare.

RADDOPPI SULLE FASCE – E’ sugli esterni che la Juve può rendersi maggiormente pericolosa, con Lichtsteiner e probabilmente Alex Sandro pronti ad una sfida all’ultimo sangue con Digne e Maicon. Lì la Roma dovrà fare grande attenzione visto che in area di rigore, con gente del calibro di Mandzukic e Morata, ogni cross potrebbe essere letale. Per questa ragione i raddoppi saranno fondamentali e molto dipenderà dal lavoro in questo senso di Nainggolan, Florenzi e Pjanic. Il match scudetto sta per iniziare.

Matteo Masum

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending