Connect with us

Buzz

Inter, perché Lavezzi sarebbe un acquisto migliore di Eder

Pubblicato

|

Ezequiel Lavezzi, possibile acquisto dell'Inter

Il calciomercato sta per finire, ma la dirigenza dell’Inter ha pronti altri “regali” per Roberto Mancini, ovvero gli esterni tanto richiesti. La telenovela Perisic sembra essere giunta ad un lieto fine nerazzurro, ma oltre al croato l’Inter vuole chiudere un altro grande colpo, volendo portare a Milano uno tra Lavezzi ed Eder.

Il “Pocho” dopo aver indossato in Italia la maglia del Napoli potrebbe tornare in Serie A e diventare nuovamente un protagonista dei campi italiani per la gioia degli interisti. Lavezzi più di Eder per diverse ragioni, tra cui il fatto che l’argentino è più incisivo e abituato a giocare in grandi club. Dopo l’esperienza ai piedi del Vesuvio, Lavezzi è volato in Francia al Psg, dove ha maturato una grande esperienza internazionale, conquistando un posto fisso nella nazionale argentina. Esperienza sia a livello di club, partecipando con continuità alla Champions League, sia a livello di nazionale con Mondiali e Copa America con l’ albiceleste, fanno di Lavezzi un attaccante dal grande appeal. Più uomo assist che goleador, l’argentino sarebbe l’uomo giusto al posto giusto nel 4-3-3 o 4-2-3-1, moduli desiderati da Mancini, anche se l’argentino gradirebbe anche un 4-3-1-2. Insomma Lavezzi è buono per tutte le salse. Eder dal canto suo ha poca esperienza a livello internazionale e non ha mai giocato in top club, per cui potrebbe non reggere la pressione di San Siro.

Lavezzi è il preferito di Mancini e il presidente del Psg ha aperto ad una sua eventuale cessione. Unico ostacolo sembrerebbe l’alto ingaggio dell’argentino che comunque ha dato il suo benestare per il trasferimento a Milano. La dirigenza dell’Inter è a lavoro, per cercare di limare le distanze per riportare l’attaccante argentino alla corte di Mancini, un’ operazione di mercato non impossibile. Lavezzi all’Inter per far ballare un tango vincente alla squadra nerazzurra. Almeno così sperano i tifosi interisti.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending