Roberto Cusimano
No Comments

Sorteggio Champions, girone proibitivo per la Juventus

I bianconeri esordiranno sul campo del Manchester City

Sorteggio Champions, girone proibitivo per la Juventus
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ci sono un’italiana, un’inglese, una spagnola e una tedesca… non è l’inizio di una barzelletta ma il “tragico” responso uscito fuori dal sorteggio dei gironi di Champions League che ha visto protagonista la Juventus. La formazione bianconera infatti è stata inserita nel Gruppo D insieme a Manchester City, Siviglia e Borussia Mönchegladbach, un girone di ferro praticamente. E guardando tutti gli altri si può tranquillamente affermare che sia il più tosto, il più equilibrato e probabilmente più bello. Analizziamo meglio le temibili avversarie che affronteranno i Campioni d’Italia:

MANCHESTER CITY – La possibilità di capitare con una squadra forte tra quelle della seconda fascia era piuttosto elevata, quindi aver beccato il City può non sorprendere particolarmente. La formazione allenata da Pellegrini ha iniziato alla grande la stagione con tre vittorie su tre, otto reti fate e zero subite. Sono andati via Micah Richards, Jovetic, Nastasic e Dzeko ma il mercato in entrata è stato pauroso (sia nei nomi che nelle cifre) con gli arrivi di Sterling pagato 62,5 milioni, Otamendi 45 milioni e Delph 12 milioni. La ciliegina sulla torta si chiama Kevin De Bruyne, l’accordo con il giocatore c’è ma manca quello con il club tedesco. I citizens nelle ultime stagioni nonostante avessero una rosa competitiva non sono mai riusciti ad arrivare in fondo alla competizione, ma l’enorme spesa fatta in questa sessione di mercato dimostra che l’obiettivo è arrivare almeno tra le prime quattro. Ogni reparto è competitivo con Kompany, David Silva e Aguero fiori all’occhiello dei tre reparti. E’ difficile trovare un difetto a questa squadra. Gli inglesi sono di diritto i favoriti per la vittoria del girone ma di sicuro, sia all’Etihad che allo Juventus Stadium, assisteremo a due grandi sfide.

SIVIGLIA – Insieme al Cska Mosca (le cui trasferte sono impegnative da affrontare per chiunque, soprattutto per il clima) rappresentava lo spauracchio della terza fascia, sfortuna ha voluto che a beccarlo sia stata la compagine bianconera. Pensare che non ci dovevano nemmeno stare in Champions, ma la nuova regola (la vincitrice dell’Europa League ha il diritto di partecipare alla successiva CL) ha fatto sì che la formazione di Unai Emery si aggiungesse alla carovana di spagnole. E’ una squadra tostissima, lo ha dimostrato anche di recente nella Supercoppa Europea persa solo ai supplementari con il Barcellona. Ha ceduto due pezzi forti come Aleix Vidal e Bacca, ma in compenso sono arrivati Immobile, Iago Aspas, N’zonzi, Rami, Konoplyanka e (manco a farlo apposta) Llorente, proprio dalla Juve che sarà quindi il grande ex della gara. Da tenere sott’occhio il Siviglia per il secondo posto, la qualificazione potrebbe decidersi al Sánchez Pizjuan.

BORUSSIA MÖNCHEGLADBACH – Come quarta squadra di peggio c’era solo il Wolfsburg ma l’aver pescato la più debole delle tedesche non può e non deve rassicurare i bianconeri poiché sappiamo benissimo che il livello del calcio teutonico negli ultimi anni è cresciuto tanto. Non è cambiata tantissimo la formazione allenata da Lucien Favre rispetto all’anno scorso, i giocatori più rappresentativi continuano a essere Xhaka, Thorgan Hazard ma soprattutto Herrmann. Quest’anno il club non ha iniziato bene la stagione, sono arrivate infatti due sconfitte consecutive ma significa ben poco, la stagione è ancora lunga e a livello europeo tutto può succedere.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *