Filippo Giannitrapani
No Comments

Jovetic, l’uomo in più dell’Inter di Mancini

Stevan Jovetic si è dimostrato subito decisivo, proponendosi come l'uomo in più dell'Inter di Mancini in questa stagione

Jovetic, l’uomo in più dell’Inter di Mancini
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il montenegrino arrivato all’Inter in questa finestra di mercato ha deciso la prima giornata di Serie A con un goal strepitoso segnato allo scadere che ha permesso ai nerazzurri di Milano di battere l’Atalanta per 1 a 0. Questa seconda esperienza nel campionato italiano è iniziata nel miglior modo possibile per Jovetic: andiamo a vedere perché può essere l’uomo in più dell’Inter.

1) PIENA MATURITA’ – Jovetic dopo le esperienze in Italia e Inghilterra, con Fiorentina prima e Manchester City poi, ha accumulato un’esperienza tale da fargli capire quando spingere sull’acceleratore e quando invece rallentare. E’ diventato un giocatore completo sotto tutti i punti di vista, sacrificandosi all’occorrenza per i compagni.

2) N.10 – “Jo-Jo” dopo la partenza di Kovacic ha scelto la numero 10, maglia che porta con sé una forte pressione. Jovetic ha preso questa responsabilità e si è calato subito nella parte, decidendo con un colpo di alta classe una partita destinata al pareggio.

3) DETERMINAZIONE – Dopo la parentesi inglese, che non ha riservato a Jovetic tante gioie, il talento montenegrino ha voglia di tornare sul palcoscenico da protagonista. Seconda punta dotata di una grande tecnica, Jovetic può essere il partner d’attacco ideale per Icardi e può essere il top player cercato dai nerazzurri.

Il compito di Jo-Jo di riportare l’Inter in alto non è facile, ma Jovetic ha accettato la sfida e ha deciso di trascinarsi la squadra sulle spalle già dalla prima giornata, dimostrandosi l’uomo in più dell’Inter.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *