Luigi Fontana
No Comments

Juventus, quante assenze! Le 3 mosse con cui Max Allegri sopperirà agli infortuni

La Juventus inizia il campionato con diverse assenze: Khedira, Morata e Marchisio, infatti, sono in infermeria. Quali saranno le 3 mosse di Max Allegri?

Juventus, quante assenze! Le 3 mosse con cui Max Allegri sopperirà agli infortuni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Arrivare alla prima di campionato con l’infermeria piena non era di certo nei desideri di Max Allegri. La sua Juventus domani infatti affronterà l’Udinese con delle assenze molto importanti. Khedira, Morata e Marchisio out per infortunio muscolare: gli ultimi 2 sono di breve durata (Morata salterà solo la gara con l’Udinese, Marchisio le prime due) mentre Khedira ne avrà per un altro po’.

Il mister toscano dovrà, inventarsi, allora, qualcosa per sopperire agli infortuni e non far rimpiangere gli assenti.
Quali saranno, dunque, le 3 mosse che Max Allegri farà contro l’Udinese?

PADOIN DAVANTI ALLA DIFESA – La duttilità di Simone Padoin è la caratteristica più apprezzata da tutti gli allenatori che ha avuto, Antonio Conte su tutti. Massimiliano Allegri lo stima tantissimo, e domani gli affiderà le chiavi di centrocampo. Molto probabilmente, non si occuperà lui di smistare i palloni e dei compiti da regista vero e proprio, ma toccherà a Pogba prendersi le chiavi del centrocampo. Il Pado, però, dovrà mettere in campo tutta la sua voglia e corsa, dimostrando ancora una volta che si è determinanti anche se non si gioca tantissimo.

STURARO TITOLARE – Il ballottaggio della vigilia è tra Sturaro e Pereyra ma come per la Supercoppa a vincerlo dovrebbe essere l’italiano. Stefano è stata la scoperta più felice del finale della scorsa stagione e anche della Supercoppa. La sua grinta, i suoi palloni riconquistati e il suo correre avanti e indietro senza mollare nulla gli hanno permesso di toccare corde nei cuori dei tifosi bianconeri a cui era arrivato soltanto Arturo Vidal. Alcuni, addirittura, lo paragonano già al cileno. Una cosa è certa: quando gioca lui, l’intensità non manca.

LLORENTE IN ATTACCO? – L’ultima notizia che arriva dallo staff medico è l’allenamento differenziato per Mario Mandzukic, vittima di una botta al ginocchio nella tradizionale amichevole di Villar Perosa. Se non dovesse farcela nemmeno lui in attacco largo a Fernando Llorente, che ha sì la valigia pronta ma si dimostra sempre un grandissimo uomo che dà tutto per la squadra. Se dovesse andare in campo Il Leone di Pamplona, tutto il popolo bianconero sarebbe sicuro di avere un ragazzo che suderà la maglia fino al 90′. Al netto del calcio giocato, questa è la qualità migliore del basco, che, qualora andasse via, lascerebbe un ricordo molto positivo.

Luigi Fontana

(@luigifontana24)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *