Roberto Cusimano
No Comments

Chi sarà il capocannoniere della prossima Serie A?

Riuscirà uno tra Toni e Icardi a difendere il titolo? Sarà uno dei nuovi arrivati in Italia o qualcuno che il nostro campionato lo conosce bene? Questo il nostro pronostico

Chi sarà il capocannoniere della prossima Serie A?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Apre oggi i battenti la Serie A 2015/2016 con l’anticipo Verona-Roma. Naturalmente il primo interrogativo che ci si chiede riguarda la vittoria dello Scudetto: sarà ancora una volta la Juventus o le rivali riusciranno a darle filo da torcere tanto da rubarle uno scettro che ormai detiene da ben quattro anni? Altro interrogativo importante, soprattutto tra i fantallenatori ma non solo, è quello su chi vincerà il titolo di capocannoniere. I campioni in carica sono Luca Toni e Mauro Icardi che lo scorso anno hanno messo a segna 22 reti a testa. In particolare il centravanti del Verona è reduce da due stagioni consecutive in cui è riuscito a superare quota venti, alla faccia di chi lo dava per finito. Alcuni bomber hanno lasciato il nostro campionato ma tanti altri ne sono arrivati e la lotta al titolo si preannuncia agguerritissima. Chi la spunterà?

Luca Toni, vincitore della classifica cannonieri lo scorso anno a pari merito con Icardi

Luca Toni, vincitore del titolo di capocannoniere lo scorso anno a pari merito con Icardi.

Tra le squadre di alta classifica papabili vincitori della classifica marcatori sono tre volti nuovi della Serie A, vale a dire il croato Mandzukic della Juventus, il bosniaco Dzeko della Roma e il colombiano Bacca del Milan, favoriti sui compagni di squadra Dybala, Salah e Luiz Adriano, teoricamente più assist-man. Un gradino sotto rimangono molto quotati anche Icardi e Higuain, sicuri titolari nelle loro rispettive squadre. Da considerare al solito anche Toni e Di Natale, passano gli anni ma la loro qualità e il tipo di gioco che fanno sia la squadra di Mandorlini che quella di Colantuono sarà incentrata sulla ricerca dei loro leader d’attacco. Difficilmente uno degli attaccanti di Lazio e Fiorentina riuscirà a vincere il titolo. Nel caso della Viola molto dipenderà per esempio dalle condizioni di Pepito Rossi, tuttavia arrivare in doppia cifra non dovrebbe essere impossibile. Stessa sorte per il laziale Djordjevic, l’anno scorso bloccato pure lui da infortuni. Per finire, tra le medio-piccole qualche sorpresa ce la dobbiamo aspettare per forza quindi fiducia a Destro che a Bologna vuole rilanciarsi, a Gilardino che potrebbe rappresentare la punta di diamante del Palermo di Iachini, al colombiano Muriel, che spera finalmente sia l’anno buono per segnare tanto con la maglia della Sampdoria, e a Defrel che dopo le nove reti della passata stagione vorrà sicuramente migliorarsi con il Sassuolo, le qualità di certo non gli mancano. La battaglia per il titolo di capocannoniere sta per iniziare e sarà una sfida a suon di gol.

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *