Roberto Cusimano
No Comments

Le 10 cose da non perdersi della prima giornata di Serie A

L'inizio del campionato è sempre più vicino. Sabato i primi due anticipi con in campo le romane, domenica tutte le altre gare. Non prendete impegni, vi spieghiamo il perché

Le 10 cose da non perdersi della prima giornata di Serie A
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I tifosi di tutta Italia possono tirare un sospiro di sollievo: mancano poco meno di 48 ore e la Serie A 2015/16 prenderà il via ufficiale. Toccherà a Verona e Roma inaugurare la nuova stagione. Il match si giocherà alle ore 18 di sabato allo stadio “Bentegodi” e sarà il primo dei due anticipi (l’altro è Lazio-Bologna). Domenica alle 18 debutto in casa per i Campioni d’Italia della Juventus contro l’Udinese e alle 20:45 si giocherà il resto della prima giornata. Le ore diminuiscono, l’ansia sale, c’è palpitazione, frenesia, desiderio di veder giocare la propria squadra. C’è voglia di sedersi davanti la tv di casa, soli o con amici, ed esultare, imprecare, gioire per lei e nel frattempo sperare che la squadra che odi perda.

Se avete preso impegni per sabato e domenica, rimandateli. Se avete un compleanno, non andateci. Se i vostri amici vi invitano a cena, dite che state male. Se la vostra ragazza vi telefona, spegnete il cellulare. Perché? Ecco dieci buoni motivi per non perdervi la prima giornata della Serie A.

Il temibile tridente della Roma durante la presentazione della squadra

Il temibile tridente della Roma durante la presentazione della squadra. E’ questa una delle cose da non perdere della prima giornata di Serie A.

– TRIDENTE ROMA RINNOVATO – Iago-Dzeko-Salah è l’inedito tridente che Rudi Garcia metterà in campo contro gli scaligeri. Si tratta di tre nuovi acquisti, nelle amichevoli hanno fatto bene, sarà così pure nella prima in campionato?

– TRADIZIONE JUVENTUS – Riusciranno i bianconeri, con una formazione orfana degli infortunati Khedira, Marchisio e Morata e dei partenti Pirlo, Tevez e Vidal, ad iniziare per il quinto anno consecutivo la stagione con una vittoria? Negli scorsi campionati vincere alla prima ha poi portato fortuna, chissà se sarà così anche quest’anno…

– PERICOLO VIOLA PER IL MILAN – I rossoneri si sono rinnovati abbastanza, in particolare in avanti con gli arrivi di Bacca e Luiz Adriano. Saranno loro a guidare l’attacco del Milan nella difficile trasferta a Firenze, che in attesa di ritrovare un Rossi al 100% della condizione fisica potrà contare sull’estro di Bernardeschi. Sarà una partita da non perdere, da tripla.

– LA NUOVA INTER MANCINIANA – Il tecnico nerazzurro ha voluto dei giocatori ed è stato accontentato. Tuttavia il pre-campionato non ha riservato grosse soddisfazioni con la squadra che quasi mai ha espresso un gioco soddisfacente e poche volte ha trovato la via della rete. In vista del primo impegno ufficiale contro l’Atalanta vedremo finalmente l’Inter che tutti i tifosi si aspettano?

– VEDERE ALL’OPERA PAZZINI-TONI – Non c’è certezza ma potrebbe essere questa la coppia d’attacco titolare contro la Roma sabato. I due rappresentano un’assoluta certezza in quanto conoscono benissimo il nostro campionato. Da vedere se riusciranno fin dalle prime giornate a creare l’intesa giusta.

– LE NEOPROMOSSE – Altra curiosità che riserva questa prima giornata è dovuta all’esordio assoluto in Serie A di Carpi e Frosinone, squadre dominatrici della scorsa stagione cadetta. La squadra di Stellone debutterà in casa con il Torino, gli emiliani invece saranno ospiti della Sampdoria. Entrambe non hanno rivoluzionato l’assetto tattico dello scorso anno e cercheranno in ogni modo di conquistare il primo punto della loro storia nel massimo campionato.

– NUOVI TALENTI – Oltre ai grandi nomi arrivati nelle grandi squadre. altrettanta curiosità c’è per vedere in azione i giovani arrivati nelle squadre di seconda fascia. Bologna, Atalanta, Sassuolo, Palermo sono tutte squadre che non avranno fatto acquisti eclatanti, ma di sicuro tra i nuovi arrivati potenziali talenti ce ne stanno. Giusto per fare qualche nome Pulgar, De Roon e Cassini hanno le qualità per far bene.

– IL RITORNO DI CASSANO – A proposito di talenti, ce n’è uno meno giovane, di Bari, che voleva a tutti i costi tornare a dire la sua nella Sampdoria, squadra con cui aveva giocato tra il 2007 e il 2011. Nonostante l’allenatore blucerchiato Zenga non era convinto del suo arrivo, alla fine Cassano è riuscito ad esaudire il desiderio promettendo di dare il massimo. Già domenica sera, al “Ferraris”, potrebbe scendere in campo.

– GOAL LINE TECHNOLOGY – Da quest’anno in Serie A finalmente finirà il problema dei gol fantasma. Grazie alla goal line technology non ci saranno più dubbi nell’assegnazione o meno di una rete, non si verificherà più un caso alla Muntari per intenderci. Difficile possa capitare subito alla prima giornata però potrebbe succedere.

– ERRORI ARBITRALI E POLEMICHE – Ce ne saranno, eccome se ce ne saranno. E poi giorni e giorni di proteste, litigi, titoloni sui giornali, tutto per quel rigore non dato o quell’espulsione esagerata. E’ sempre così. Prepariamoci fin da sabato ad accettare le sentenze degli arbitri, protestate ma non dannatevi l’anima.

 

Roberto Cusimano

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *