Matteo Masum
No Comments

Roma, 5 motivi per non cedere Iturbe

Il Messi Guaranì merita un'altra chance nella capitale

Roma, 5 motivi per non cedere Iturbe
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo un’estate fatta di colpi, alcuni sensazionali, per la Roma la priorità è rappresentata dall’obbligo di cedere per ottemperare al limite delle rose imposto sia dalla Uefa che dalla Figc. Reparto indiziato per una bella sfoltita è l’attacco, dove il numero degli elementi è addirittura aumentato rispetto allo scorso anno essendo arrivati Iago Falque, Salah e Dzeko, contro le partenze di Doumbia e Destro (non considerando Sanabria, che ha giocato solo due piccoli spezzoni di partita). Tra i nomi che potrebbero salutare Roma c’è quello di Juan Manuel Iturbe, accolto lo scorso anno come il fuoriclasse in grado di condurre i giallorossi verso i trofei più prestigiosi. Ora non è più così, ma possiamo elencare 5 buoni motivi per tenere il “Messi guaranì” alla corte di Garcia.

SACRIFICIO – Insieme ad Ibarbo, Iturbe è l’unico attaccante della rosa giallorossa a fare la fase difensiva con una certa costanza. Nelle gare più difficili, o quando c’è da difendere un risultato, il suo senso del sacrificio può risultare importante.

DZEKO COME TONI? – L’annata migliore dell’argentino è stata quella vissuta all’ombra di Luca Toni. Con Edin Dzeko, che ha caratteristiche simili al bomber italiano, Iturbe potrebbe ripetere le gesta di Verona. Gli spazi per sfruttare la sua velocità infatti non dovrebbero mancare, ed è lì che si può esaltare a dovere.

INVESTIMENTO – Anche se in prestito, la cessione di Iturbe potrebbe rappresentare una sorta di ammissione di un errore. In realtà all’ex Verona occorre soltanto un po’ di tempo per dimostrare pienamente le sue qualità. Mandarlo a giocare altrove, per lui e per la Roma, sarebbe un duro colpo a livello psicologico.

CONCORRENZA – Con Salah, Iago Falque, Ibarbo, Gervinho e Ljajic la concorrenza non manca. Oltre al fatto che allenarsi con giocatori di questo livello non può che fare bene ad Iturbe, la necessità di migliorarsi sempre di più per strappare una maglia da titolare rappresenta sicuramente uno stimolo importante.

RISCATTO – Lo scorso anno abbiamo visto una determinazione feroce in Juan Manuel Iturbe. La voglia di riscattare una stagione amara (addolcita comunque dal gol nel derby) non gli manca, e sicuramente gli sarà utile per tornare ad incantare. La Roma ci spera. Ci deve sperare.Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *