Kevin Brunetti
No Comments

I top 5 di Sacramento: alla scoperta dei nuovi Kings di Coach Karl

Brutti e cattivi, questi sono i nuovi Kings di George Karl. Quintetto completamente rinnovato e tanta fiducia, andiamo quindi a analizzarli uno per uno

I top 5 di Sacramento: alla scoperta dei nuovi Kings di Coach Karl
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Quindici anni o quasi di anonimato, ma per la prima volta dai tempi di Vlade Divac e Chris Webber quest’anno i Kings sono nuovamente una delle squadre più stuzzicanti dell’intera lega. La scalata verso il titolo assomiglia ancora molto a quella per Mordor, lunga e tortuosa, ma con Coach Karl a Sacramento qualcosa sta tornando finalmente a muoversi nella direzione giusta. Andiamo quindi ad analizzare insieme il nuovo quintetto completamente rivoluzionato.

RAJON RONDO – La più grande scommessa fatta dai Kings per questa stagione. Il Rondo visto a Boston in maglia bianco verde è solo un lontanissimo parente del mezzo giocatore intravisto e poi finito addirittura fuori squadra a Dallas. Ma a Sacramento ci puntano forte, contratto da 9,5M di dollari per una stagione… Adesso la palla passa a lui, tornerà il giocatore di Boston o resterà nella pochezza messa in mostra nelle 46 partite con i Mavs?

MARCO BELINELLI –  A Sacramento impazza la Beli-mania, e con l’Europeo in rampa di lancio il nostro Marco farà di tutto per farsi amare prima ancora di indossare la canotta Kings nella prima sfida di Regular Season. Contratto importante da 6,3M a stagione, ma il posto non è garantito, dietro a Beli scalpita Ben McLemore, ansioso di riscatto dopo una passata stagione non all’altezza delle aspettative.

Rudy Gay, dovrà essere il fattore determinante nella corsa Playoff dei Kings

Rudy Gay, dovrà essere il fattore determinante nella corsa Playoff dei Kings

RUDY GAY – Reduce da quelle che a livello personale sono probabilmente le migliori due stagioni della sua carriera, e ad oggi impegnato al Camp del Team USA, dire che Rudy è carico sarebbe riduttivo. Per la prima volta in un paio d’anni ha una squadra interessante che gli gira attorno, adesso sta a lui continuare sugli ottimi livelli della passata stagione (21.1 punti, 5.9 rimbalzi e 3.7 assist a partita).

WILLIE CAULEY-STEIN – Sesta scelta assoluta dell’ultimo Draft ha impressionato tutti in Summer League con una media di 18.3 punti, 8.7 rimbalzi e 4.5 stoppate a partita. Numeri importanti che lo catapultano di diritto tra i rookie più attesi sul palcoscenico Nba. E con lui e Cousins in campo… Meteo previsto a Sacramento: stoppate a catinelle. 

DEMARCUS COUSINS – Non dovrebbero neanche più servire le presentazioni: 24.1 punti e 12.7 rimbalzi a partita nella passata stagione… Finalmente con una squadra degna attorno a lui DeMarcus non è pronto a giocare, è pronto a dominare. E detto onestamente, non vediamo l’ora.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *