Connect with us

Buzz

Italians Play it Better, Giovinco ha trovato l’America

Pubblicato

|

giovinco milan

Cacciato dalla Juventus, voluto da nessuno, andato a “svernare” in America a 28 anni. Sembrava questo il destino di Sebastian Giovinco dopo essersi trasferito a Toronto, percependo uno stipendio da leccarsi i baffi. Non è stato così.

Dopo ventidue partite, Giovinco è diventato l’idolo di Toronto, l’uomo copertina della Major League Soccer. I suoi numeri sono “atomici”, per citare il suo soprannome – La Formica Atomica – e lasciano intendere che forse l’Italia si è liberata un po’ troppo presto di lui.

Nelle suddette ventidue partite, Sebastian ha messo a referto sedici gol e dieci assist, con una media realizzativa spaventosa: un gol ogni 119 minuti. In MLS è il capocannoniere, davanti a gente come David Villa e al suo compagno di squadra, Jozy Altidore. Giovinco infatti è riuscito a dimostrare di saper segnare a ripetizione senza giocatore da centravanti, ruolo occupato proprio da Altidore. Con queste presenze le sue speranze di vestire l’azzurro sono aumentate: l’ex Juventus non ha mai perso il desiderio di vestire la maglia della Nazionale e confida in Antonio Conte, che ha sempre avuto molta fiducia in lui.

Con queste prestazioni, come potrebbe essere ignorato?

Luigi Fontana

(@luigifontana24)

Continue Reading
1 Comment

1 Comment

  1. silvamar

    17 agosto 2015 at 18:41

    sarebbe un non senso non convocarlo in queste partite di qualificazione nello stato di forma in cui si ritrova al contrario di molti calciatori che sono ad inizio stagione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending