Sanda Urda
No Comments

MotoGP: Marquez torna marziano ad Indianapolis

Sul podio con Marc, un perfetto Lorenzo e straordinario Rossi che mantiene la leadership nel mondiale

MotoGP: Marquez torna marziano ad Indianapolis
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sembra la giornata dei desideri esauditi, la domenica di gara del Red Bull Indianapolis Grand Prix, visti anche i risultati delle sorelle minori, scese in pista precedentemente. Le condizioni climatiche non sono state delle migliori neanche per la classe regina che ha lavorato con l’incognita della pioggia.

RACCONTO DELLA GARA– Vince il suo terzo GP quest’anno Marc Marquez (Repsol Honda Team), partito dalla pole position, il campione in carica si è subito messo all’inseguimento del connazionale Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) schizzato in vetta dalla terza casella, e quale ci ha deliziati con la sua graziosa danza sul piatto tracciato statunitense, nonostante la prima scivolata in stagione durante il warm up. Marc diventa l’ombra di Jorge per 24 giri su 27, e per soli 6 decimi, ruba il titolo di astronauta al maiorchino, quale accusa il degrado della gomma posteriore e si deve accontentare del secondo gradino. Decimo podio per Valentino Rossi (+5,966s), quale per tutto l’weekend è stato distante dai primi, qualificato per la terza fila, ma come da abitudine, in gara ha scoperto le carte. Sono servite veramente poche curve al Dottore per rimontare in quinta posizione al primo passaggio sul traguardo. Nel giro seguente, il pesarese supera la Desmosedici GP15 di Andrea Iannone e si mette all’inseguimento della RC213V di Dani Pedrosa (+6,147s) in terza posizione. Per circa dieci passaggi, è stata una gara di coppie, ma a 10 giri dalla fine, Valentino inizia il duello con Cammomillo che resiste a testa alta, fino all’ultimo giro quando il pesarese ne ha di più. Quinto Iannone (Ducati Team) che difende con i denti la sua posizione da un Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3) assatanato quale chiude con una differenza di 223 millesimi, seguito dal teammate Pole Espargarò in settima posizione dopo lo scambio di opinioni avuto con Cal Crutchlow (CWM LCR Honda). L’inglese chiude nono, davanti al eroe Andrea Dovizioso con l’altra Panigale ufficiale, rimontato dalla 22 posizione dopo un contatto tra i due nelle prime curve della gara. Epico weekend anche per Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing) in sella alla Ducati GP14, che era partito dalla seconda fila e quale ha dovuto far fronte durante il primo giro al attacco dei titani impazziti come Rossi e Crutchlow, ma conquista la nona posizione. Il ternano arriva decimo al traguardo dopo aver ceduto in favore del buon Dovi.

CLASSIFICA #IndyGP:

1 Marc MARQUEZ Repsol Honda Team 41’55.371
2 Jorge LORENZO Movistar Yamaha MotoGP +0.688
3 Valentino ROSSI Movistar Yamaha MotoGP +5.966
4 Dani PEDROSA Repsol Honda Team +6.147
5 Andrea IANNONE Ducati Team +21.528
6 Bradley SMITH Monster Yamaha Tech 3 +21.751
7 Pol ESPARGARO Monster Yamaha Tech 3 +30.378
8 Cal CRUTCHLOW CWM LCR Honda +31.607
9 Andrea DOVIZIOSO Ducati Team +32.821
10 Danilo PETRUCCI Octo Pramac Racing +34.517
11 Maverick VIÑALES Team SUZUKI ECSTAR +39.010
12 Yonny HERNANDEZ Octo Pramac Racing +41.815
13 Scott REDDING EG 0,0 Marc VDS +50.209
14 Aleix ESPARGARO Team SUZUKI ECSTAR +1’00.465
15 Hector BARBERA Avintia Racing +1’04.147
16 Nicky HAYDEN Aspar MotoGP Team +1’05.066
17 Mike DI MEGLIO Avintia Racing +1’06.941
18 Alvaro BAUTISTA Aprilia Racing Team Gresini +1’13.862
19 Eugene LAVERTY Aspar MotoGP Team +1’18.706
20 Stefan BRADL Aprilia Racing Team Gresini +1’19.730
21 Alex DE ANGELIS E-Motion IodaRacing Team +1’19.882
22 Toni ELIAS AB Motoracing +1’19.934

Unico non classificato è il rookie Jack Miller  CWM LCR Honda caduto a 20 giri dalla fine.

La classe regina torna in pista il prossimo fine settimana a Brno per il Bwin Grand Prix Ceské Republiky, mentre per l’Indy Speedway potrebbe essere stato l’ultimo appuntamento con il motomondiale.

@rajasanda31

foto: motogp.com

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *