Sanda Urda
No Comments

MotoGP Indianapolis, Marquez quinta pole in stagione

Dominio Honda negli USA con Marquez e Pedrosa davanti a tutti, ma Lorenzo 3° gira con il miglior passo

MotoGP Indianapolis, Marquez quinta pole in stagione
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La giornata di sabato per la classe regina è iniziata con la FP3, la sessione più importante di prove libere che fa da pre-qualifica, dividendo i piloti MotoGP per la Q1 e Q2 dove ci si gioca la pole. Segue la FP4, ultimi 20 minuti a disposizione per team e piloti in cerca del settup ottimale, per chiudere la giornata con le qualifiche.

RACCONTO DELLA Q1 – Gli eroi che mirano alle prime due posizioni per passare in Q2, sono Andrea Dovizioso con la Ducati ufficiale e le due satellite della stessa marca per il  team Pramac di Danilo Petrucci e Yonny Hernandez. Un sbalorditivo Petrucci in sella alla GP14, si impone su un Dovizioso che da l’anima in un giro per segnare il secondo crono e passare in Q2, dovi si caccia la pole position.

RACCONTO DELLA Q2 – Sono in dodici a cacciare il miglior crono, ma solo uno fa la differenza. Tre pole su tre ad Indianapolis e quina in stagione per Marc Marquez (Repsol Honda Team), nonostante le scodinzolate e le imbarcate della sua RC213V. Per la prima volta in questo Mondiale, il suo 1’31.884 non abbatte la propria best pole del 2014. Il campione in carica precede il teammate Dani Pedrosa (+0.171s) che sembra imitarlo nei traversi, e un tranquillo Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) a chiudere la prima fila, ma con in mano il miglior passo nel long run. La stella della seconda fila, ed eroe italiano della giornata, è Petrucci (+0.359s), arrivato dalla Q1, il ternano porta la sua Ducati Pramac in quinta casella, dietro a Cal Crutchlow (CWM LCR Honda), e davanti a Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3). Continua l’italian power anche in terza fila con Andrea Iannone (Ducati Team) e solo ottavo Valentino Rossi con l’altra YZR M1 ufficiale, con un ritardo di +0,325s dal compagno di squadra, Jorge. Chiude la terza fila, Maverick Vinales (Team Suzuki Ecstar) che precede l’altro Andrea nazionale con il numero #04 in visibile difficoltà.

CLASSIFICA TEMPI Q2:

1 Marc MARQUEZ Repsol Honda Team 1’31.884
2 Dani PEDROSA Repsol Honda Team 1’32.055
3 Jorge LORENZO Movistar Yamaha MotoGP 1’32.186
4 Cal CRUTCHLOW CWM LCR Honda 1’32.208
5 Danilo PETRUCCI Octo Pramac Racing 1’32.243
6 Bradley SMITH Monster Yamaha Tech 3 1’32.269
7 Andrea IANNONE Ducati Team 1’32.468
8 Valentino ROSSI Movistar Yamaha MotoGP 1’32.511
9 Maverick VIÑALES Team SUZUKI ECSTAR 1’32.571
10 Andrea DOVIZIOSO Ducati Team 1’32.636
11 Pol ESPARGARO Monster Yamaha Tech 3 1’32.670
12 Aleix ESPARGARO Team SUZUKI ECSTAR 1’32.814

HANNO DETTO:

Marc Marquez: “Ieri ho visto che Jorge era molto veloce, ma oggi abbiamo fatto un passo avanti e ci siamo avvicinati. Contento di essere in pole, anche perché qui è importante saper gestire il degrado della gomma in gara. Vedremo domani, speriamo di fare Bene.”

Dani Pedrosa: “Durante le qualifiche mi sono sentito piuttosto bene. Ho continuato a migliorare il mio crono giro dopo giro, poi ho avuto un momento difficile alla curva 10. Mi servono ancora qualche decimo qua e la, devo risolvere ancora dei piccoli problemi, ma sono contento del risultato in prima fila, spero in una buona partenza domani per la gara… Potrei vincere diverse gare da qui in avanti...” I piloti Repsol non intendono spalleggiarsi a vicenda nella rimonta in classifica iridata, entrambi puntano alla vittoria.

Jorge Lorenzo: “I nostri avversari erano molto esplosivi e veloci, sopratutto nel giro secco delle qualifiche, è sempre difficile batterli, non solo su questo tracciato, in generale. Ero un pochino impaurito prima di montare l’ultima gomma perché mi trovavo in sesta posizione. Fortunatamente per me, ho saputo gestire l’weekend in modo da salvare un altro pneumatico e dopo il terzo cambio ho potuto migliorare il mio crono di mezzo secondo, ottenendo la prima fila. Questa terza casella è vitale perché Marc puo essere veloce fin da subito, ed è importante stargli più vicino possibile. Sarà una lunga gara, penso che abbiamo un buon passo, ma non abbiamo migliorato la moto come volevamo, ci rimane il warm up per provare alcune cose.”

Valentino Rossi:Ieri ero in difficoltà, anche perche non siamo partiti da un buon setting. Oggi la situazione è migliorata, e il nostro passo non è così male. In FP4 ero 4°… ma sfortunatamente in qualifica non sono stato abbastanza veloce per chiudere in seconda fila. Ho incontrato traffico, fatto errori, e partirò dalla terza fila. Penso che la lotta per il podio domani sarà molto dura perché Marc e Jorge sono molto forti come al Sachsenring, anche Dani è molto veloce, quindi sarà dura“.

Andrea Iannone: “Stiamo soffrendo un po’ ma siamo sempre riusciti a migliorare ad ogni turno, e questa, tutto sommato è una cosa positiva, perché non è sempre detto che le modifiche fatte ogni volta vadano meglio… mi aspettavo di essere un po’ più veloce in qualifica, ma è stato molto impegnativo per me anche ottenere questo tempo. Domani proveremo a fare del nostro meglio, e ringrazio il tutti i ragazzi del team perché c’è la stanno mettendo tutta”

@rajasanda31

foto: motogp.com

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *