Raul Parrella
No Comments

Napoli: I tre motivi per credere nella coppia Allan-Valdifiori

Ecco i tre motivi per credere nella nuova coppia di centrocampo del Napoli, formata da Allan e Valdifiori

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il mercato ha regalato al Napoli tante sorprese e molti volti nuovi, soprattutto nella zona nevralgica del campo, il centrocampo. Sono arrivati due calciatori, per completare il reparto, che sembrano motivati e vogliosi di lasciare un segno del loro passaggio con la maglia azzurra. Parliamo di Allan e di Mirko Valdifiori, giocatori molto diversi ma entrambi necessari, se non indispensabili, per il nuovo Napoli di Sarri, che è stato sempre il prima linea a spingere per il loro acquisto, visto che ritiene entrambi i migliori per interpretare il suo gioco. Ci sono ancora alcune perplessità sul nuovo centrocampo che verrà, completato da Hamsik, ma ci sono buoni motivi per credere in questa nuova coppia.

 

Valdifiori durante Nizza-Napoli

Valdifiori durante Nizza-Napoli

LA VOGLIA DI VINCERE – Entrambi vengono da una gavetta molto lunga, in particolare Valdifiori, che ha esordito l’anno scorso in Serie A, stupendo tutti grazie alla sua qualità di palleggio, mentre Allan, nonostante abbia solo 24 anni, dimostra già un gran carisma, dote fondamentale nel suo ruolo. Però entrambi, sono in una età dove l’unico pensiero è quello di vincere qualcosa, spinti per motivi diversi ma puntando allo stesso obiettivo. In particolare, Valdifiori ha 30 anni e questa potrebbe essera l’ultima possibilità di giocare in una grande squadra e vincere qualcosa.

IL COMPLETARSI A VICENDA – Allan è un gran recupera palloni, corre per tutto il campo e da sempre tutto se stesso per la squadra, regalando ogni tanto sprazzi del suo essere brasiliano, mentre Valdifiori approfitta proprio delle palle recuperate dai suoi compagni di reparto per inventare qualche giocata e mandare in gol gli attaccanti. Un lavoro di squadra che tornerà utile al Napoli.

L’ALTO RENDIMENTO – Naturalmente i due centrocampisti sono stati acquistati per le loro qualità ma anche per un altro motivo fondamentale: entrambi possono garantire un alto rendimento continuo, che nelle recenti stagioni è mancato sempre a tutta la linea mediana azzurra, che come la difesa, è stato spesso colpita da forti amnesie calcistiche.

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *