Davide Terraneo
No Comments

Calciomercato low cost, la top 11 degli acquisti gratuiti

In una sessione caratterizzata da spese folli ecco la formazione dei migliori giocatori che hanno cambiato casacca a costo zero

Calciomercato low cost, la top 11 degli acquisti gratuiti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sterling a 68 milioni di euro, Kondogbia 30 milioni più bonus e Bertolacci 20 milioni. Il calciomercato ci sta abituando a cifre esorbitanti in questa sessione nonostante il Fair Play Finanziario abbia messo alle strette diverse società. Ecco perché acquistare giocatori di valore senza spendere è impresa sempre più ardua nel calcio, anche se qualche grande affare si riesce ancora a mandare in porto, formando una formazione di tutto rispetto.

PORTIERI – Uno dei trasferimenti più vociferati è stato l’addio di Iker Casillas al Real Madrid, con l’estremo difensore che ha firmato per il Porto a parametro zero. Un vero e proprio colpaccio per i portoghesi, che potrebbero aver fatto meglio anche della Juventus, abile a tesserare Neto dopo la sua decisione di non rinnovare con la Fiorentina. Tra i portieri ancora svincolati Romero può essere un affare per molte società: l’ex Sampdoria titolare in Argentina non ha ancora trovato un club interessato ad ingaggiarlo.

Iker Casillas, ex portiere del Real Madrid passato al Porto

Iker Casillas, ex portiere del Real Madrid passato al Porto

DIFENSORI – Nel reparto arretrato il passaggio di Glen Johnson allo Stoke City dopo qualche annata al Liverpool può far storcere il naso ai tifosi dei Reds, dato che il terzino ha ancora un discreto valore di mercato. Tra i centrali le genovesi si sono assicurati i colpi migliori senza spendere nulla, con Munoz che si è accasato al Genoa dopo la sua esperienza a Palermo e Moisander che non ha rinnovato con l’Ajax scegliendo la Sampdoria di Zenga. Sulla destra ancora un ottimo affare del Porto, che si è assicurato Maxi Pereira (valutato sugli 8 milioni) senza spendere nulla. Interessante anche il colpo Insua per lo Stoccarda e la possibilità di arrivare al 30enne Vlaar a parametro zero. I colpi di Richards all’Aston Villa e Silvestre sempre alla Samp sono invece più scommesse che certezze, ma scommettere senza spendere non è mai male.

CENTROCAMPISTI – Xavi, Pirlo e Gerrard. Il trio titolare dell’ipotetico 11 di acquisti gratuiti di calciomercato è stellare, approfittando delle partenze di tre mostri sacri del calcio verso altri continenti. Lo spagnolo è infatti volato in Asia all’Al Sadd dopo aver vinto tutto il possibile (e forse anche di più) con il Barcellona e la roja, mentre l’inglese ha salutato Liverpool senza aver mai avuto la soddisfazione di vincere la Premier League per accasarsi ai Los Angeles Galaxy. Per quanto riguarda l’azzurro invece sarà a New York per la sua ennesima nuova avventura, lasciando il posto ad un altro grandissimo acquisto gratuito, il tedesco Sami Khedira. Pazzesco dover lasciare fuori dai titolari di questa formazione giocatori del calibro di James Milner (al Liverpool dal City a costo zero) e Rafael Van der Vaart, passato dall’Amburgo al Real Betis per cercare di rilanciare una carriera in parabola discendente. Tra gli svincolati da segnalare Mauri e Aquilani, che hanno salutato rispettivamente Lazio e Fiorentina.

ATTACCANTI – Il tridente a parametro zero potrebbe non essere all’altezza del centrocampo, ma è comunque in grado di far impallidire moltissime formazioni di alto livello. Il tanto vociferato Konoplyanka si è accasato al Siviglia dopo che il suo contratto con il Dnipro è giunto al termino, mentre Andrè Ayew ha deciso di lasciare Marsiglia per approdare allo Swansea e rilanciarsi oltremanica. La punta di diamante è però Radamel Falcao, che per il secondo anno consecutivo viene ceduto in prestito gratuito dal Monaco, questa volta finendo al Chelsea di Mourinho. In alternativa potrebbero subentrare nel ruolo di prima punta Gignac, che ha scelto il Tigres dopo l’addio al Marsiglia, o Osvaldo, finito al Porto con tanto da dimostrare e poche altre occasioni per farlo. Ha scelto invece il Verona Pazzini per ripartire dopo non aver rinnovato con il Milan, mentre la vecchia conoscenza rossonera Taarabt ha scelto il Benfica salutando il QPR. Nel complesso comunque una formazione titolare mostruosa se si considera che è stata fatta senza spendere un centesimo in un calciomercato a dir poco pazzo. Tanto di cappello a chi è riuscito a fare in modo che certi campioni si muovessero a parametro zero.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *