Gianluca Nucci
No Comments

Serie A, le 7 meraviglie del mercato finora

Manca sempre meno alla fine del mercato, e la Serie A ci ha regalato diversi colpi, attesi e non: ecco la top 7 degli acquisti chiusi finora

Serie A, le 7 meraviglie del mercato finora
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Jovetic, tra le 7 meraviglie acquistate dalla Serie A

Jovetic, tra le 7 meraviglie acquistate dalla Serie A

Siamo davvero agli sgoccioli di questi giorni di mercato privi di gol, tifo forsennato, ansia pre-match e classici dubbi della vigilia….Insomma, siamo davvero vicini ad assaporare di nuovo quelle domeniche di Serie A che fanno appassionare tutti noi, dal sostenitore del club più provinciale a quello dei vice-campioni d’Europa, nel caso bianconero.
Così, è giunto quasi il tempo di fare dei bilanci sul mercato, prima di pensare al campo nel senso stretto del termine: finora i ds dei club del nostro campionato non ci hanno fatto mancare acquisti e cessioni di grosso spessore, e in attesa di qualche altro grande colpo da piazzare, ecco la top 7 degli affari di mercato di questa Serie A, per la sessione estiva 2015.

JOVETIC – INTER: Uno degli acquisti più importanti che questa Serie A si è andato a riprendere strappandolo alla Premier è senza dubbio quello di Stevan Jovetic. Del montenegrino infatti se ne è parlato davvero poco, almeno considerando il valore del giocatore. L’ex Fiorentina, proprio in maglia viola, ha fatto vedere colpi da campione vero, dotato di un talento cristallino e allo stesso tempo di un fisico troppo fragile. L’unico problema del giocatore nerazzurro infatti è proprio quello di non riuscire a trovare la sua forma migliore per un periodo più o meno lungo, essendo troppo spesso fermato da infortuni muscolari. I valori di Jovetic però non si discutono, e qualora dovesse riuscire a dare continuità alla sua condizione fisica, potrebbe davvero essere l’arma in più nello scacchiere di Mancini.

SALAH – ROMA: Chi invece di problemi fisici ne ha davvero pochi, ma anzi fa del suo corpo una delle armi più letali in suo possesso, è Mohamed Salah, di recente acquistato dalla Roma, seppur non ancora in modo ufficiale per questioni burocratiche. L’egiziano, dopo l’esplosione avuta la passata stagione con la maglia della Fiorentina, potrebbe davvero essere il crac di questo campionato; oltre ad una devastante velocità ed un dribbling repentino, il giocatore africano ha saputo aggiungere nell’ultimo periodo anche ciò che gli è sempre mancato sin dai tempi del Basilea, squadra in cui si è fatto conoscere al grande calcio: la freddezza sotto porta. Nell’ultima mezza stagione in Serie A infatti Salah ha trovato continuità anche nei pressi della rete, chiudendo il campionato con una media gol di tutto rispetto, e qualora dovesse riconfermare questo fattore anche nell’annata a venire sarebbe davvero il jolly dell’attacco di Rudi Garcia.

DYBALA – JUVENTUS: Altro giocatore che di gol, ed anche belli, se ne intende è Paulo Dybala, già da più di un mese nuovo calciatore della Juventus. Guardando il presente, e soprattutto il futuro, Marotta & Co. potrebbero aver chiuso uno dei colpi migliori degli anni a venire. Il giocatore argentino ha infatti tutto per diventare un top player assoluto: caratteristiche fisiche e tecniche da far invidia quasi a chiunque, giovane età (è soltanto un classe 93′) e personalità da vendere. Se Paulino dovesse riuscire ad emulare quanto di buono fatto nel Palermo e ritagliarsi un ruolo da protagonista anche in bianconero, potrebbe anche diventare il nuovo trascinatore della squadra di Allegri, prendendo il posto di un suo connazionale, Carlos Tévez.

NAINGGOLAN – ROMA: Acquisto, se così si può definire, forse troppo poco chiacchierato è stato quello di Radja Nainggolan. Sia chiaro, il belga giocava nella Roma già da prima che cominciasse questa sessione di mercato, ma l’operazione che i giallorossi hanno compiuto per assicurarsi le sue prestazioni anche nella prossima stagione non è da sottovalutare. Con uno sforzo economico ingente infatti, la squadra di Pallotta ha riscattato l’intero cartellino del thailandese, facendo morire sul nascere le sirene di mercato da parte di Juve e club europei, interessati al giocatore qualora la trattativa con il Cagliari non fosse andata in porto; e che le big d’europa abbiano un occhio di riguardo per il giocatore è assolutamente lecito, vista la straordinaria intensità e qualità che l’originario della Thailandia apporta lì in mezzo al campo. Garcia accoglie Salah, aspetta Dzeko, ma forse più di tutti si coccola, stretto stretto in mezzo al cerchio di centrocampo, il suo ninja giallorosso: Radja Nainggolan.

BACCA – MILAN: In attesa di sistemare qualcosa ancora lì dietro, e di non smettere di credere nel sogno proibito (forse sempre meno proibito) Zlatan Ibrahimovic, il Milan si gode il nuovo bomber rossonero: Carlos Bacca. Il colombiano può essere il punto di riferimento assoluto dell’attacco di Mihajlovic: vede la porta come pochi, dà sempre tanto movimento e profondità, e non soffre i grandi palcoscenici, come dimostrato con una doppietta nella finale di Europa League. Considerando il neanche troppo costoso prezzo dell’operazione, il club rossonero potrebbe davvero aver centrato l’affare di quest’estate, pescando dal mercato un ex pescatore, diventato famoso non per utilizzare la rete come mezzo di cattura dei pesci, ma come obiettivo da far gonfiare ogni 90 minuti a suon di gol.

MANDZUKIC – JUVENTUS: Altra operazione non vistosamente costosa ma che potrebbe essere parecchio fruttifera in campo è quella che ha portato Mario Mandzukic ad indossare la maglia bianconera. Per 15-20 milioni di €, Marotta si è assicurato un vero bomber d’area di rigore, che si avventa su tutti i palloni vaghino in quei 16 metri, e che sa anche caricarsi la squadra sulle spalle quando ce n’è il bisogno. Inoltre, il croato potrebbe apportare molta esperienza nello spogliatoio in vista delle gare europee, vista la carenza che vi era dopo le partenze di Tévez, Vidal e Pirlo.

PAZZINI – VERONA: Troppo spesso accade che quando vengono stilate questo tipo di classifiche, in maniera quasi inevitabile, i giocatori trattati siano tutti stati acquistati dalle squadre più blasonate, o comunque quelle con un maggior potere economico, con ovvi motivi dato che il mercato di oggi sta diventando sempre più pretendente e costoso. Invece, andando controcorrente, un colpo che potrebbe davvero essere la rivelazione di questo mercato è quello dell’Hellas Verona, che praticamente a costo zero si è accaparrato una vecchia, ma non troppa, volpe d’area di rigore: Giampaolo Pazzini. L’ex attaccante della Samp infatti ha una grandissima voglia di rivalsa, dopo le stagioni vissute più fuori che dentro il campo con la maglia del Milan. Se il Pazzo però dovesse trovare continuità sul campo, e soprattutto in zona gol, potrebbe davvero costituire una coppia d’attacco, insieme a Luca Toni, da far invidia praticamente a tutta la Serie A.

7 acquisti che primeggiano su tutti, tra conferme, colpi in prospettiva e scommesse inattese; in attesa, invece, di qualche sogno proibito che entrerebbe di diritto nelle 7 meraviglie di questa sessione di mercato.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *