Filippo Giannitrapani
1 Comment

I 5 motivi per cui Felipe Melo è un bidone

L'Inter è a caccia di un centrocampista e come ha confermato il tecnico Mancini l'obiettivo numero uno è il centrocampista: scelta azzeccata?

I 5 motivi per cui Felipe Melo è un bidone
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Fase di stanca nel calciomercato nerazzurro, che oltre le difficoltà ad arrivare a Perisic ha trovato diversi ostacoli per concludere la trattativa per portare Felipe Melo a Milano. Il Galatasaray proprietario del cartellino del centrocampista per lasciare partire il brasiliano chiede in cambio Medel (aggiungendo 3 milioni a favore dei nerazzurri). Mancini non vuole privarsi del cileno, e ha proposto alla squadra turca una lista di 4 giocatori tra i quali scegliere : Juan Jesus, Taider, Nagatomo e Dodò. Ma il 32enne è un giocatore cosi importante o è un bidone?.

1) E’ INDISPENSABILE? –  Un mediano di rottura non dotato di una tecnica eccelsa, l’Inter ha già Medel per quel ruolo. E’ quindi davvero indispensabile Felipe Melo?

2) ABBONAMENTO AI CARTELLINI – Giocatore famoso per il suo temperamento, che ha portato il brasiliano a collezionare in 3 anni di campionato italiano la bellezza di 31 ammonizioni e 5 espulsioni. Di certo questo non è un bel biglietto da visita.

3) SOPRAVVALUTATO – La Juventus nel 2009 acquistò il centrocampista per ben 25 milioni di euro, disputando un campionato di molto inferiore alle aspettative, venendo preso di mira dalla stampa e dai tifosi. Un vero flop per i bianconeri.

4) CARATTERACCIO – Centrocampista dal carattere irascibile, sia in campo che fuori. Caratteraccio che ha portato il brasiliano ad avere un rapporto turbolento con la tifoseria, che non lo rendono molto amato, anzi.

5) NON DECISIVO – Giocatore non decisivo, non fondamentale per lo spogliatoio ma che in più di una circostanza ha lasciato le squadre in cui ha militato in difficoltà. Anche in patria non è amato, specie dopo il mondiale del 2010 quando nell’ultima partita disputata dalla Selecao ha lasciato la sua nazionale in 10, rimediando l’ennesima espulsione.

Dopo questa breve analisi, Felipe Melo , non sembra essere l’ottimo giocatore che possa portare quel qualcosa in più all’Inter che tenta di ridurre il gap con le prime della classe. Il fatto di essere stato insignito del Bidone d’Oto nel 2009 è la ciliegina sulla torta, per definire il brasiliano un vero e proprio bidone… o no?

Share Button

One Response to I 5 motivi per cui Felipe Melo è un bidone

  1. Giuseppe 5 agosto 2015 at 0:01

    Non mi sembri un gran conoscitore di calcio, neanche io lo sono, al contrario mancini lo e’ e lui lo vuole fortemente, tra l’altro, per il suo temperamento che a te spaventa tanto. Io me lo ricordo fin da giovane all’Almeria a e, ti assicuro, e’ un vero leader.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *