Connect with us

Prima Pagina

Mario Balotelli, i tre motivi per approdare al Bologna

Pubblicato

|

Mario Balotelli Cassano Samop

Super Mario Balotelli è ormai sprofondato nel dimenticatoio del calcio italiano e soprattutto quello estero, visto che il Liverpool continua ad ingaggiare attaccanti su attaccanti, cosa che allontana sempre di più l’attaccante italiano dai Reds. Ma il problema è un altro: nessuno sembra interessato ad acquistarlo, visto che qualche squadra ha accennato un interessamento ma sempre poca roba. Dopo l’offerta di Amelia di giocare per la Lupa Castelli in Lega Pro, gentilmente declinata da Balotelli, le ultime dichiarazioni di Corvino avrebbero rivelato un interessamento del Bologna, che sarebbe disposto a prenderlo al prezzo giusto e con le giuste motivazioni da parte del ragazzo. Proviamo ad analizzare i tre motivi per i quali Balotelli debba accettare il trasferimento in Emilia.

LA RINASCITA INSIEME – Il Bologna ha avuto una nobile storia di giocatori e di risultati in Serie A e Balotelli, ai tempi, era una giovane promessa di grandissime aspettative del calcio italiano, ma tra problemi societari e sportivi per i rossoblu e problemi personali per il ragazzo, entrambi sono caduti in una spirale decadente. Ora il Bologna ha raggiunto di nuovo la Serie A e Balotelli potrebbe ricominciare la sua carriera in una società che ha davvero bisogno di lui per continuare la permanenza nella Serie A.

Balotelli potrebbe ritrovare la Nazionale giocando al Bologna

Balotelli potrebbe ritrovare la Nazionale giocando al Bologna.

RITROVARE LA NAZIONALE – Indubbiamente, se fosse acquistato dal Bologna, Balotelli sarebbe titolare e quindi ritroverebbe la possibilità di giocare con frequenza in una piazza che ha bisogno delle sue qualità, che rimangono indiscusse nonostante i vari colpi di “testa” che hanno caratterizzato la sua carriera.

BALOTELLI LEADER – In una squadra importante ma in piena “rinascita” e soprattutto, novizia in Serie A quest’anno, l’approdo di Balotelli sarebbe importante tanto che facilmente, il calciatore potrebbe decidere di mettere la testa a posto e caricarsi la squadra sulle spalle come un vero leader, cosa che non ha mai potuto provare in una squadra di club.

 

 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending