Luigi Fontana
No Comments

I 3 motivi per cui De Bruyne è meglio di Draxler e Götze

La Juventus cerca il suo trequartista. Tra Götze e Draxler, sembra essere spuntato De Bruyne. Conosciamolo meglio.

I 3 motivi per cui De Bruyne è meglio di Draxler e Götze
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tra i due litiganti, il terzo gode. La Juventus sta cercando il trequartista e, fino a ieri sera, tutto ruotava attorno a due nomi: Julian Draxler e Mario Götze. Entrambe le trattative sono difficili e allora potrebbe esserci una sorpresa. Kevin De Bruyne, nome arrivato all’improvviso. La Juventus ha contattato l’agente, ma il prezzo sembra proibitivo.
Dal punto di vista sportivo, senza considerare i prezzi, De Bruyne sembrerebbe avere qualche punto a favore. Anche se, naturalmente, per tutti e 3 i calciatori, ci sono sia i pro che i contro.
Soffermiamoci sui 3 migliori pregi di De Bruyne, i motivi per cui sarebbe meglio acquistare lui rispetto agli altri due connazionali.

Continuità. A differenza degli altri due, nelle ultime stagioni con il Wolfsburg, soprattutto nell’ultima, Kevin ha giocato con continuità ed è stato protagonista. Potrebbe avere quindi un vantaggio, rispetto ai suoi connazionali, in quanto ha giocato di più ed è stato più abituato alla continuità.

Condizione fisica. Nelle ultime stagioni, sia Götze che Draxler hanno subito qualche infortunio di troppo. Soprattutto Julian, che ha giocato praticamente la metà (se non meno) delle partite che doveva. De Bruyne, invece, ha giocato, nell’ultima annata, 51 partite. Sarebbe sicuramente più pronto, anche dal punto di vista fisico.

Ultima stagione. Alla Juventus serve un ragazzo pronto, capace di far fare da subito il salto di qualità, e, se possibile, che non soffra di problemi di ambientamento o di ambizioni. De Bruyne sembra proprio il profilo giusto. Nell’ultima annata, ha condotto il Wolfsburg ad un tranquillissimo secondo posto, dietro soltanto agli alieni del Bayern Monaco e alla vittoria della Coppa di Germania. L’unico passaggio a vuoto è stata la partita contro il Napoli in Europa League, dove, guarda caso, Kevin non c’era a causa di una contusione al piede.

De Bruyne sì, quindi, se parliamo del suo impatto in campo. Ma se l’altro impatto, quello economico, deve essere di 50-60 milioni di euro, siamo sicuri che Marotta e Paratici gireranno a largo.

Luigi Fontana

(@luigifontana24)

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *