Luigi Fontana
No Comments

Nasce una Juventus duttile. Allegri potrà variare tantissimo

Sta nascendo una Juventus duttile, capace di cambiare più moduli. Come la gestirà Allegri?

Nasce una Juventus duttile. Allegri potrà variare tantissimo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Juventus che sta nascendo è una squadra che non darà punti di riferimento agli avversari e potrà giocare in modi differenti. Per fare un paragone, sarà una squadra opposta al Napoli di Benitez, integralista del 4-2-3-1. Gli acquisti che sono stati fatti fino ad ora e quelli che Marotta e Paratici hanno intenzione di fare vanno in questa direzione. L’anno scorso Allegri ce lo ha fatto capire: a lui piace cambiare. Nella prima fase della stagione ha usato il collaudato 3-5-2 di Antonio Conte, per poi cambiare ed usare il 4-3-1-2. A tratti, soprattutto in Coppa Italia, ha provato il tridente, un 4-3-3 inaccessibile in campionato e in Champions League, in quanto mancavano interpreti esperti e decisivi (Coman troppo giovane, Pepe forse non adeguato a certi livelli). Gli acquisti di Dybala, Zaza, Mandzukic, in compagnia di Morata, lasciano spazio a poter giocare sia con il 4-3-1-2 che con il 4-3-3, cambiando anche a partita in corso e senza il bisogno di cambiare interpreti. Questo perché lo spagnolo e l’ex Palermo possono giocare esterni, mentre il croato e l’ex Sassuolo sono adatti a giocare sia in un tridente che in un attacco a due. L’eventuale acquisto di Gotze (o Draxler) rafforzerebbe questo concetto: i due calciatori sono molto simili, entrambi possono sia giocare sulla trequarti ma anche fungere da attaccanti esterni in un ipotetico 4-3-1-2 che può improvvisamente trasformarsi in un 4-3-3 con l’allargamento della seconda punta sull’esterno (si parla, naturalmente, di uno tra Morata e Dybala).

Simone Zaza, uno degli uomini della Juventus di Max Allegri.

Simone Zaza, uno degli uomini della Juventus di Max Allegri

Prepariamoci, dunque, a vedere una Juventus interscambiabile, come vuole Allegri. Il trequartista che arriverà sarà l’uomo voluto dal tecnico, capace di dare il ritmo e di cambiare marcia alla squadra

Luigi Fontana (@luigifontana24)

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *