Connect with us

Moto Gp

MotoGP 2015, test privati Misano #Ducati

Pubblicato

|

Foto: Alessandro Giberti

 

 

La MotoGP si prende un periodo di vacanza dopo la prima parte della stagione, ma alcuni team sono ancora impegnati con i test privati. Insieme al Repsol Honda Team e alla Suzuki Ecstar, c’è anche la casa di Borgo Panigale che ha scelto per la seconda sessione di test privati il riasfaltato Misano World Circuit Marco Simoncelli. 

Si sono conclusi giovedì 16 giugno i due giorni di test per il Ducati Team. Insieme ai due Andrea ufficiali (Dovizioso e Iannone), è stato presente anche il collaudatore Michele Pirro, il quale ha continuato il suo lavoro di sviluppo, concentrato soprattutto sull’elettronica.

Come si legge nel comunicato, Dovizioso è rimasto in pista fino alla chiusura dell’ultima sessione, completando 132 giri, mentre per Iannone l’azione è finita prima di pranzo per il dolore che si rifa pungente alla spalla sinistra, infortunata durante i test pre-gara al Mugello.

ANDREA DOVIZIOSO (miglior crono 1’32.5, sotto il record della pole di Marquez dell’anno scorso): “Abbiamo fatto varie prove di set-up che ci interessavano, perché quando sei in gara non hai mai il tempo di fare certe prove, e anche la quantità delle prove è limitata. Il test ci è servito per capire la direzione che abbiamo preso dall’inizio della stagione. Abbiamo lavorato sulle rifiniture, sia dell’elettronica che dei set-up generali. Come velocità non siamo andati male, il mio giro più veloce l’ho fatto con una gomma usata stamattina, ma con il caldo del pomeriggio non abbiamo cercato di migliorare e non abbiamo usato le gomme morbide“.

foto: Alessandro Giberti

Iannone nel Box Ducati MotoGP

ANDREA IANNONE (miglior crono 1’32.7, 101 giri complessivi): “In un giorno e mezzo di test abbiamo utilizzato in tutto solo tre gomme, tutte di mescola dura, e anche questa mattina non ho mai usato gomme nuove. Nonostante ciò, abbiamo migliorato molto il passo rispetto a ieri, più di mezzo secondo. e’ un fatto importante, e sono contento per come siamo andati. Mi dispiace solo di aver dovuto terminare il test in anticipo, ma purtroppo, già da questa mattina la spalla mi faceva molto male, e non sono riuscito a girare più a lungo e a spingere forte. Oggi pero ho provato delle buone sensazioni sulla mia moto e abbiamo fatto un buon lavoro raccogliendo informazioni importanti per il futuro“.

Il team Ducati, insieme all’intera  combriccola MotoGP, tornerà in pista dal 7 al 9 di agosto ad Indianapolis, per stupirci nel  decimo GP della stagione.

@rajasanda31

 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending