Gianpiero Farina
No Comments

Ecco Wesley Hoedt. E la difesa della Lazio parla sempre più olandese

Depositato il contratto del difensore ex AZ

Ecco Wesley Hoedt. E la difesa della Lazio parla sempre più olandese
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo aver firmato un pre-contratto nel mese di gennaio, con il tesseramento reso ufficiale nella giornata odierna, il difensore olandese Wesley Hoedt, classe 1994, è ufficialmente un giocatore della Lazio. Contratto di quattro anni per lui. Cerchiamo di conoscere un po’ meglio il giovanissimo talento, uno dei primi colpi di mercato della società, insieme a Ravel Morrison e Patric.

SOLO AZ – Calcisticamente parlando, è cresciuto nelle giovanili dell’AZ Alkmaar, con il quale ha esordito in prima squadra nella stagione 2013-2014. Ma sarà la stagione da poco conclusa, a dare visibilità a Wesley Hoedt: 24 presenze e 2 gol. Certo c’è da dire che di esperienza ad ora non ne ha molta, la velocità è un po’ limitata, ma riesce a compensare con un fisico imponemte e statuario. Infatti, grazie alla sua statura, è un ottimo colpitore di testa. Per la società biancoceleste è un’altra scommessa, un giocatore da crescere, da far esordire nei palcosenici importanti. Ma le premesse per la titolarità in maglia biancoceleste ci sono tutte.

FISICO GRANITICO – Wesley Hoedt è, senza dubbio, un difensore centrale di stampo nordico, che ha nella fisicità il suo punto di forza. Alto ben 1,92, è un dominatore nell’ area di rigore, specialmente sulle palle alte. Mancino e dotato di una buona tecnica abbinata alla ovvia forza fisica, sfrutta bene l’altezza nei calci da fermo e spesso riesce a guidare ed impostare la retroguardia. Non ha certo la visione di gioco di un regista, ma si fa notare anche nelle aree avversarie.  Wesley Hoedt è soprannominato il tiranno, per via della sua forte determinazione e grinta sul campo. Ha dimostrato di essere un giocatore molto motivato, con caretteristive tecniche simili al suo connazionale Stefan De Vrij. Ha una personalità incisiva e carisma. Non dimentichiamo che, ad appena vent’anni, è stato in grado di prendere le redini di una intera difesa. La Lazio ha deciso di puntare sui giovani e sulle piste meno battute dai club italiani. Wesley Hoedt sarà una scommessa vinta? Nell’attesa di rispondere alla domanda, i tifosi accolgono un altro pezzetto di Olanda in casa biancoceleste.

Cristy Marinari

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *