Connect with us

Ciclismo

Forza e coraggio Ivan!

Pubblicato

|

Saxo-Tinkoff scatenata: dopo Sagan, ecco Ivan Basso

La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno nel giorno di riposo del Tour de France: Ivan Basso è costretto a lasciare la Grande Boucle. Ad annunciarlo è lo stesso corridore varesino della Tinkoff-Saxo  in una conferenza stampa all’hotel Mercure di Pau. Tutti si aspettavano Alberto Contador ma a parlare è lui, Ivan Basso: “Ho un tumore al testicolo sinistro. Sentivo dolore da quattro giorni e oggi, approfittando del giorno di riposo, ho fatto una Tac in ospedale. E questa è la diagnosi”. Un macigno, una coltellata che fa male.

I Giri d’Italia, i Tour de France, le vittorie e gli scatti sulle montagne sembrano come d’incanto non contare più. Il corridore che si mostra come uomo in tutta la sua debolezza. Ma c’è un contatto, una metafora, una similitudine che fa irrimediabilmente pensare al ciclismo: la salita. Solo che stavolta questa non va affrontata sui pedali guardando in faccia avversari che cercano di superarti e di batterti. No. In questa scalata hai come avversario un maledetto male che ti ha colpito, che vuole sconfiggerti e annientarti. Ma non può e non deve essere così. Stavolta non hai di fronte il Mortirolo, il Gavia, lo Zoncolan, il Tourmalet o l’Alpe d’Huez. Stavolta hai davanti la vita con suoi scherzi e i suoi tremendi sgambetti. E allora, guardando all’uomo, ma senza voler dimenticare il corridore, noi tutti vogliamo immaginare  Ivan Basso in sella ad una bici immaginaria pronto a scattare e a festeggiare ancora una volta con le braccia alzate. Perchè ci sono gare e sfide che, a volte, valgono molto di più e che non devi assolutamente perdere. Forza e coraggio Ivan!

Gianpiero Farina

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending